Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Fitzcarraldo compie 20 anni: ha fatto la storia dei live a Genova, là dove ora c’è un ufficio postale

Il compleanno si terrà il 2 settembre all'Estoril di corso Italia: sarà un rimpatriata

Più informazioni su

Genova. Sabato prossimo, 2 settembre, agli Estoril di corso Italia si festeggerà un compleanno particolare, quello per i 20 anni del Fitzcarraldo.

Il locale fu un esperimento unico a Genova e dall’inaugurazione avvenuta in una sera di maggio del 1997 è stato un susseguirsi di eventi, dalle mostre d’arte come la prima personale di Claudio Costa dopo la sua morte, spettacoli di Cabaret (Marziani; La notte dei Fufu, che furono palestra per talenti locali poi assurti a fama nazionale come Balbontin,Ceccon, Casalino, i Soggetti Smarriti, ma anche comici e artisti già affermati come Littizzetto, Bertolino, Rocco Barbaro, Freack Antoni, Claudio Bisio e altri ancora), Dj di fama (Kemisty & Storm, Farfa, Pandullo, Bruno Bolla, o i “nostri” Spillus, Guglielmino, Capasoul) e concerti, concerti di musicisti italiani e stranieri (da Max Gazzè a Ian Pace, dai Sensasciou a Marky Ramone, da Mauro Pagani a Steve Grossman, a Enrico Rava a Fish dei Marillion, agli Africa United agli Orange Blossom, dagli Statuto ai Liquido), ma soprattutto palco dove moltissimi giovani musicisti genovesi potevano esprimersi.

Sono passati 20 anni ed i membri della Crew hanno deciso di creare un evento unico nel suo genere per ricordare quello che il Fitzcarraldo ha rappresentato per Genova. “Il Fitzcarraldo è stato per Genova un esperimento di integrazione – dicono – nato forse un po’ per caso ma che oggi può essere d’esempio andando a colmare i vuoti che portano al razzismo e all’egoismo di massa”.

Sabato 2 settembre presso l’Estoril di corso Italia, il programma prevede alla consolle della sala 1 i dj che animarono le serate e i pomeriggi del Fitz alternando rock e reggae (tra gli altri Gelso, Papa Paul & Ale Rastaclan), mentre nella sala esterna la serata sarà Bee Down a tutti gli effetti e in consolle si alterneranno i dj storici del’hip hop (Vick, Cheikh e Smile) che diedero vita a quella che rimane una serata unica “La serata più calda in città”, come recitava un vecchio flyer, riproponendo il repertorio di quegli anni e facendo andare per una sera le lancette della storia all’indietro.