Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ferragosto, Guardia Costiera rafforza i controlli e i pattugliamenti

Imponente schieramento di forze per il ponte di metà estate. Attivo, come sempre, il numero blu 1530 per le emergenze

Genova. Nel corso della giornata di ferragosto il Comando regionale della Guardia costiera della Liguria rafforzerà i propri assetti, sia in mare sia a terra, per garantire la massima prontezza operativa del dispositivo aeronavale dedicato al soccorso e una diffusa presenza lungo gli oltre i 330 km di litorale della Liguria e nei 12.842 km2 del suo mare.

Oltre 50 i mezzi schierati – tra cui 2 elicotteri, 6 unità navali specializzate nel SAR (ricerca e soccorso) e 21 mezzi nautici di varia tipologia – che saranno impiegati per pattugliare l’area di competenza, dal fiume Magra fino al confine di Stato, e sul Lago Maggiore.

Lo stesso Comandante regionale, Ammiraglio Ispettore (CP) Giovanni Pettorino, rimarcando il particolare impegno profuso dai propri militari nella data che rappresenta il culmine dell’estate e momento di svago per molti, farà visita nel corso dell’intera giornata a tutte le Capitanerie di porto: 30 uffici capillarmente distribuiti lungo la costa per offrire vicinanza a turisti e operatori, nonché garantire una rapida risposta ad ogni esigenza in mare.

guardia costiera

A coadiuvare i Comandanti degli Uffici marittimi ci saranno oltre 200 donne e uomini della Guardia costiera, chiamati a monitorare in particolare il corretto esercizio delle attività diportistiche e balneari.

Particolarmente intensa sarà anche l’attività di vigilanza nei porti: nel corso dei giorni a cavallo di ferragosto si stima, infatti, che nel solo porto di Genova transiteranno oltre 78.000 passeggeri e circa 29.000 mezzi, tra attivi e partenze. Un flusso particolarmente inteso che vedrà la Guardia costiera impegnata a presidiare i punti di sbarco e il corretto traffico veicolare nei porti maggiori.

guardia costiera

Si ricorda, infine, che per ogni emergenza è attivo il numero blu 1530, riservato al soccorso in mare, che consente di mettersi in contatto con la più vicina Capitaneria di Porto su tutto il territorio nazionale.