Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Davide Rossi (Lega Nord): “La giunta si occupi di Sampierdarena, la renda più sicura e senza murales né centri sociali”

Il municipio Centro Ovest sarà commissariato (il centrosinistra non è riuscito a ottenere la maggioranza dei voti) e quindi gestito di fatto da un funzionario nominato dal Comune

Genova. “Finito il tempo dei proclami, ora occorre centrare i primi risultati e mettere i primi mattoni delle fondamenta di una città diversa, partendo proprio dal Centro Ovest: Sampierdarena e San Teodoro sono il cuore pulsante della Superba”.

Davide Rossi, consigliere comunale della Lega Nord, responsabile regionale del dipartimento Sicurezza e Immigrazione del Carroccio, e a lungo consigliere municipale proprio a Sampierdarena, torna alla carica in difesa del “suo” quartiere di riferimento, quella “Manchester d’Italia” dice, che non deve essere messa in secondo piano rispetto al centro città e ad altre priorità per la giunta Bucci. Soprattutto visto che il municipio sarà probabilmente commissariato (il centrosinistra non è riuscito a ottenere la maggioranza dei voti) e quindi gestito di fatto da un funzionario nominato dal Comune.

“Invito gli assessori competenti ad attivarsi nella pulizia del centro storico del quartiere, della rimozione dei rifiuti ingombranti, il potenziamento delle telecamere nelle zone più sensibili a questo fenomeno, il cambiamento della rete luminaria del quartiere ormai obsoleta oltre che costosa con illuminazione al led – scrive Rossi in un comunicato che arriva dopo settimane di sostanziale silenzio – anche sulla sicurezza serve un cambio di passo sinergico che parta dalla prevenzione coinvolgendo scuole e tessuto associativo in una vera opera di educazione civica sociale dove il coinvolgimento dei consolati, penso a Ecuador e Romania ma non solo. è strategico, il coinvolgimento degli enti (Siae, ispettorato del lavoro, polizia municipale, forze dell’ordine) nella lotta ai circoli “fracassoni”, il rinnovo e l’estensione dell’ordinanza anti-alcol che venga però allargata anche a via Buozzi, e ancora i patti d’ area, i voltini di via Buranello che devono essere restituiti al quartiere, piazza Settembrini da chiudere con le cancellate volute dai commercianti e dai residenti, con la creazione di un mercatino di pregio affidata alla pro loco dcon l’inserimento di appositi giochi per bambini”.

Insomma, un bastimento di idee e progetti per riqualificare Sampierdarena e San Teodoro, secondo Davide Rossi, che si scaglia inoltre contro alcuni murales, più o meno storici, quello in via Daste (difeso da una petizione che ha già raggiunto circa 2000 adesioni) e quelli di via Rolando e via Cantore. “Illegali e di cattivo gusto”, li definisce Rossi.

Negli auspici del consigliere leghista anche la possibilità di spostare il centro sociale Zapata via dal Magazzino del Sale, e quella di recuperare sia il palazzo Della Fortezza sia i mercati comunali.