Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Caldo, è bollino giallo: 750 i genovesi più a rischio. Le misure in caso di emergenza

Attivi il numero verde, i custodi sociali e l'ambulatorio mobile in piazza De Ferrari

Liguria. “La settimana scorsa abbiamo fornito a tutti i medici di medicina generale di Genova l’elenco dei pazienti più suscettibili e quindi maggiormente a rischio in caso di emergenze legate a ondate di calore. Nel capoluogo ligure si tratta di circa 750 persone. Questa segnalazione è stata fornita anche al Comune di Genova in modo che i servizi sociali possano prendere in carico queste persone mettendo in campo gli interventi più idonei”.

Lo rende noto la vicepresidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Sonia Viale, in vista delle giornate di oggi e di mercoledì, quando è previsto il bollino giallo (pre-allerta) per il caldo. Il bollettino, emesso dal Centro di competenza nazionale a cura del ministero della Salute, della Protezione civile e del Dipartimento di epidemiologia del Lazio, verrà aggiornato oggi con la previsione giornaliera e per le due giornate successive.

Per quanto riguarda le misure predisposte dalla task force creata da Alisa – formata da Regione, Comune di Genova, Asl 3 e Medici di medicina generale del capoluogo – sono comunque operativi dall’inizio del mese di luglio i custodi sociali (che vengono implementati nel caso di allerta arancione o rossa) ed è attivo il numero verde 800 995988 gestito da Auser.

È presente in piazza De Ferrari a Genova anche l’ambulatorio mobile di Asl 3 (dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18) per informazioni e accoglienza nell’ambito della campagna “Estate sicura 2017”: gli operatori forniscono a cittadini e turisti consigli utili per affrontare il caldo offrendo la possibilità di misurare la pressione, oltre alla distribuzione di acqua e materiale divulgativo sul caldo anche in inglese, francese e spagnolo.