Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Barcellona, bandiere a mezz’asta sui palazzi di Regione e Comune

Toti: "Atto di violenza che condanniamo che deve rafforzare la coesione delle Istituzioni europee affinché venga data una risposta univoca alla lotta al terrorismo"

Genova. Il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ha disposto l’esposizione a mezz’asta delle bandiere sull’edificio della Regione Liguria per tutta la giornata odierna, in segno di solidarietà e di sentita partecipazione al dolore che ha colpito il popolo spagnolo per gli attentati terroristici sulle Ramblas a Barcellona e a Cambrils, vicino a Tarragona. La stessa misura è stata presa anche per quanto riguarda palazzo Tursi.

Il governatore della Liguria ha inviato una nota di cordoglio e di solidarietà, a nome dell’intera Giunta, all’Ambasciatore spagnolo in Italia e al Presidente della Regione della Catalunya per “un atto di barbarie che, ancora una volta, colpisce il cuore dell’Europa, causando 13 morti e centinaia di feriti, tra cui anche alcuni nostri connazionali”.

“Si tratta – ha scritto Toti – di un atto di violenza che condanniamo con estrema durezza e che deve rafforzare, ancora di più, la coesione delle Istituzioni europee affinché venga data una risposta univoca alla lotta al terrorismo. Paura e terrore non vinceranno”.

Anche il presidente del Consiglio regionale Francesco Bruzzone esprime la più ferma condanna dell’attentato terroristico avvenuto ieri pomeriggio a Barcellona e il successivo attacco a Cambrils, in Spagna. “L’Assemblea legislativa e tutta la comunità ligure respingono con fermezza e coraggio il messaggio di terrore e di morte che, ancora una volta, è stato lanciato contro l’Europa. Non dobbiamo piegarci – aggiunge – alla volontà di chi, secondo uno spietato disegno di sangue che colpisce bambini, uomini e donne innocenti, vuole indurre le istituzioni democratiche ad arrendersi alla paura”. Secondo Bruzzone “è necessario perseguire gli autori di queste stragi, individuarne i mandanti ed è fondamentale un’attenta azione preventiva e di intelligence per scongiurare altri attentati, ma è altrettanto importante – conclude – che la società civile e i cittadini, al fianco delle istituzioni, riaffermino i valori della democrazia e della libertà”.