Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Arenzano, sabato 19 la prima Festa della Pirateria: giochi, comici e concorsi in maschera

Evento dedicato al mondo marinaresco tra animazione, musica, giochi, storia, cultura, gastronomia e tanto divertimento nel centro storico e sul lungomare

Più informazioni su

Arenzano. I pirati invadono Arenzano con il primo Raduno della Filibusta Italiana. Una giornata dedicata alla pirateria e al mondo marinaresco tra animazione, musica, giochi, storia, cultura, gastronomia e tanto divertimento nel centro storico e sul Lungomare in collaborazione con gli operatori economici, le associazioni culturali e gli stabilimenti marini, a cura del Comitato Carnevale dei Ragazzi.

Questo il programma della giornata :

– Ore 11.00 arrivo e attracco del veliero Pandora presso il porto
– Ore 11.30/12.30 e 14.00/15.30 Arrembaggio e visita guidata al veliero a cura dei circoli velici di Arenzano
– Ore 15.00 inizio “Caccia al Tesoro” in Via Bocca a cura di Amici di Arenzano
– Ore 16.30 inizio parata (Via Capitan Romeo altezza Poste Italiane), figure Piratesche con duelli e musica.
Partecipate in abiti pirateschi!
– Ore 18.00 premiazione “Caccia al Tesoro” in P.zza Colombo dove una giuria “in incognito” premierà il miglior Pirata, la migliore interpretazione e il Bucaniere più autentico.
– Ore 18.30 nella stessa piazza, presentazione dello storico Capitan Romeo
– Ore 20.30 GRAN FINALE in P.zza Calasetta con il concerto de Brigada Pirata Live

Alle 22 spazio alla comicità con “Cazzalaranda!” in piazza Calasetta con “I pirati dei Caruggi” (Enrique Balbontin, Alessandro Bianchi, Fabrizio Casalino e Andrea Ceccon)

La parola “pirata” deriva dal greco “peiratès” che significa “colui che cerca la sua fortuna nelle avventure”. Ed è proprio in questa nuova avventura che i Pirati dei Caruggi, con insensato ottimismo, cercano le loro fortune. Più sporchi e malfamati degli stessi caruggi dove si esibiscono, al di fuori degli stereotipi e non solo di quelli, i Fab Four di San Donato tornano per affrontare questa nuova stagione estiva più impreparati e disorganizzati che mai, affidando come sempre al caso l’eventuale responsabilità dei loro clamorosi successi, a cominciare dai sistematici sold-out della passata stagione invernale. Lo spettacolo, “Cazzalaranda!”, sarà composto di molte novità senza dimenticare i classici del repertorio. Come diceva il grande capitano di teatro Svobòda: “Quando momento di salire su palco viene, anche idea viene”; e non s’è mai vista epoca più adatta all’arrembaggio e ai colpi di cannone.

Per tutta la giornata in Piazza Mazzini, mercatino delle opere del proprio ingegno.
In caso di maltempo la festa sarà rinviata. L’evento è gratuito.