Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Valpolcevera, il nuovo corso di Romeo: “Manutenzioni, decoro e un municipio più vicino ai cittadini”

Tra le priorità i parcheggi di interscambio, la casa della salute e il recupero delle aree dismesse

Genova. Dopo il sospiro di sollievo tirato martedì quando il consiglio municipale, grazie all’astensione del M5S e del consigliere di Fratelli d’Italia, gli ha consentito di diventare il più giovane presidente di municipio di Genova, Federico Romeo, 25 anni, è al lavoro per formare la sua giunta e definire gli obiettivi del prossimo mandato in Valpolcevera.

“Voglio un cambio di passo rispetto all’amministrazione precedente – dice Romeo che durante il mandato di Iole Murruni è stato presidente della commissione Bilancio e Territorio oltre che capogruppo del Pd – e non lo dico per criticare nessuno. Ma voglio innovare, voglio un Municipio che abbia un rapporto più diretto con i cittadini e anche una gestione più snella”. Come? “Per esempio ho in mente dei gazebo itineranti per portare a rotazione il municipio nelle diverse delegazioni, spiegarne l’attività e raccogliere le segnalazioni. Poi voglio un rapporto più stretto di collaborazione con i civ e con l’associazionismo”.

Tra le priorità del mandato Romeo mette le manutenzioni e il decoro: “Occorre migliorare il decoro e l’arredo urbano. Le manutenzioni devono avere l’obiettivo anche di rendere i quartieri più belli e vivibili, sostituendo per esempio l’asfalto in certe piazze con un selciato. Tra i primi quartieri che necessitano un intervento in questo senso c’è Teglia. Importante resta il tema della sicurezza con la necessità di un maggior presidio della polizia municipale”.

Altro obiettivo del nuovo municipio è quello della realizzazione e del completamento dei parcheggi di interscambio: “A Pontedecimo è stato realizzato ma va regolamentato, a Rivarolo speriamo di poter utilizzare la zona di via Pisoni mentre a Bolzaneto con il completamento degli attuali lavori di viabilità e la realizzazione del nuovo sottopasso per il collegamento con via Pastorino si libereranno nuove aree da destinare a parcheggi”.

A proposito dei lavori e della pedonalizzazione del ponte di San Francesco, i cittadini chiedono certezze e teppistiche: “I lavori vanno avanti – assicura Romeo – e sono tutti a carico di Rfi. Il mio obiettivo è quello di creare una commissione itinerante per seguirne l’andamento ma il progetto sta procedendo senza intoppi”.

In Valpolcevera i cittadini aspettano la casa della Salute: “ Ora insieme al Comune di Genova e agli altri Comuni interessati chiederemo alla Regione Liguria che intenzioni ha davvero visto che quello che ci è stato prospettato nell’incontro al teatro Govi è una semplice riorganizzazione dei servizi mentre noi vogliamo una vera casa della salute e magari anche un ospedale di prossimità”.

Tra le situazioni che il neo presidente Romeo spera di sbloccare quella relativa alle grandi aree dismesse: “Ovviamente mi riferisco in particolare alle grandi aree private come la ex Miralanza che possono essere rilanciate solo diventando zone economiche speciali per per consentire al privato di poter fare investimenti dal punto di vista produttivo e nel contempo restituire come oneri nuovi servizi alla collettività.

I cittadini della Valpolcevera però si accontenterebbero di riavere i piccoli servizi che hanno perso, come per esempio l’anagrafe a Bolzaneto: “Lavoreremo su questo non appena avrò parlato con il Comune, abbiamo anche dei locali nel nuovo municipio che potremmo utilizzare per l’anagrafe che a mio avviso deve essere presente ogni giorno a Bolzaneto e poi magari a rotazione un paio di giorni a settimana anche a Rivarolo e Pontedecimo”.

Tanti i temi da affrontare con la nuova amministrazione di palazzo Tursi. Quale assessore incontrerà per primo? “Per primo voglio incontrare il sindaco Marco Bucci che ho sentito al telefono per congratularmi dell’elezione. Al di la delle bandiere politiche quando si amministra una città o un municipio deve prevalere la volontà di lavorare insieme per portare a casa dei risultati. E così ho intenzione di fare”