Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tavola, il cibo a domicilio conquista la Liguria: +63% di vendite per i ristoranti

Da una ricerca di mercato emergono dati clamorosi: fortissima ascesa per il servizio a domicilio diversificato

Gli Italiani, famosi per la passione per il buon cibo, sano, gustoso e di qualità, non rinunciano mai a questa buona abitudine, e anche quando sono in vacanza amano consumare i piatti dei ristoranti preferiti comodamente da casa. A confermare questa tendenza è Just Eat, azienda leader nel mercato dei servizi per ordinare pranzo e cena a domicilio, che ha registrato in Liguria, dove è attiva dal 2014 con 305 ristoranti affiliati, una forte crescita di ordinazioni nei ristoranti partner del servizio negli ultimi 40 giorni, in coincidenza con l’aumento delle presenze estive sulla Riviera.

Rapallo al momento insieme a Chiavari rappresentano le due città più reattive nell’ordinare cibo a domicilio via digitale, perchè, nonostante il numero contenuto di abitanti, hanno gli stessi picchi di consumi di grandi centri città, addirittura come Cagliari e Salerno.

Sono 26 i ristoranti dell’intera Riviera, che include oltre a Chiavari e Rapallo, anche Lavagna, Recco, Sestri Levante e Bogliasco, e che ha nell’ultimo anno registrato una crescita del +63%. La cosa interessante è che il mercato del takeaway nelle città del Levante è trainato da turisti e visitatori che scelgono la Liguria per la vacanza estiva, o dai residenti delle seconde case che amano ordinare a domicilio tutto l’anno e, anche quando si spostano nelle località di villeggiatura, vogliono mantenere quest’abitudine, scegliendo il takeaway come valida alternativa alla cena fuori o alla preparazione home made.

Il sevizio a domicilio può aiutare a valorizzare le realtà locali e rispondere al contempo a un utente molto digitalizzato e sempre più evoluto che si avvale di servizi smart e di qualità, per esempio oltre il 55% degli italiani ordinano oggi da mobile attraverso app iOS o android. Variare e scoprire nuove cucine inoltre è oggi ormai una necessità per il 74% di chi ordina a domicilio, come emerge dall’ultimo osservatorio Just Eat sul mercato del digital food delivery realizzato in collaborazione con ICRIOS – Bocconi su 16.000 utenti: scoprire ingredienti diversi e piaceri culinari particolari è risultata inoltre una preferenza per oltre il 60% degli intervistati, un trend motivato anche dalla voglia di condividere il cibo con amici, in famiglia e sui social network.