Storie di karma

E il tassista della Lista Bucci entra in consiglio (anche) grazie all’ “amica” di Uber

Carmelo Cassibba era il terzo dei non eletti della lista civica legata al nome del sindaco, ce l'ha fatta dopo la promozione ad assessori di Serafini, Piciocchi e Campora

Genova. Alla fine l’ex collaboratrice di Uber porta – indirettamente – in consiglio un rappresentante della categoria che più odia il servizio di prenotazione di passaggi: i tassisti.

Elisa Serafini, 29 anni, eletta consigliera comunale nella lista civica Vince Genova – Bucci Sindaco, è diventata, come ampiamente previsto, assessore. Si occuperà di Cultura e marketing del territorio. Della stessa lista diventano assessori anche Matteo Campora, già consigliere di Forza Italia, che si occuperà di Ambiente e rifiuti, e Pietro Piciocchi, neo assessore al BIlancio e patrimonio. Passano quindi in consiglio comunale Francesco Maresca, che era il primo dei non eletti e si occuperà di Porto e mare come consigliere delegato, dopodiché Ubaldo Santi, il quale avendo preso lo stesso numero di preferenze di Simone Ferrero era però rimasto fuori per una questione di ordine alfabetico del cognome, e infine Carmelo Cassibba.

Cassibba è un tassista, sostenuto da buona parte della sua categoria, e si è trovato in lista con la Serafini la quale, da opinionista in tv e su altri media, e da sostenitrice delle nuove forme di economia, aveva più volte espresso contrarietà per le proteste dei tassisti contro Uber e UberPop (come quelle nella foto). A loro volta i tassisti, in campagna elettorale, avevano scritto una lettera a Marco Bucci auspicando che, se fosse stato eletto, potesse sostenere le ragioni dei conducenti delle auto bianche. Adesso le due facce di una stessa medaglia – Serafini e Cassibba – saranno nella stessa aula, al lavoro.

leggi anche
  • Su il sipario
    Giunta Bucci, la ricerca dei “super tecnici” non è ancora finita
  • Giunta bucci
    Il neo-assessore Elisa Serafini guarda a Tel Aviv, Detroit e Barcellona per rilanciare Genova