Quantcast
Clamoroso

“Survivor” in Val D’Aveto: ritrovato dopo 21 giorni nei boschi “Mangiavo bacche e frutti”

Colpo di scena nelle ricerche del quarantenne di Piacenza, scomparso lo scorso 14 giugno: è in buona salute

stefano gentili

Genova. E’ stato ritrovato vivo e in buone condizioni di salute a Rezzoaglio, in Val D’Aveto, Stefano Gentili, 43 anni, di Podenzano (Piacenza), scomparso il 14 giugno scorso in Liguria. Ha vissuto 21 giorni nei boschi cibandosi, secondo quanto ha riferito, di frutti e bacche.

Dopo una visita nell’ospedale più vicino, l’uomo è tornato a casa a riabbracciare i genitori.
Gentili non ha saputo spiegare cosa ha fatto in questi giorni svelando solo di avere vagato nei boschi.

L’uomo è stato ritrovato ieri sera nei boschi di Rezzoaglio, in val d’Aveto, nell’entroterra di Genova, dove 21 giorni fa si erano perse le tracce: la sua auto era regolarmente posteggiata in zone dalla sera del 14 giugno. A ritrovarlo è stato un carabiniere fuori servizio, che sentito dei lamenti vicino ad un torrente in località Parazzuolo.

Carabinieri, vigili del fuoco di Genova, squadre del soccorso alpino di Rapallo, volontari della protezione civile Croce Verde di Rezzoaglio lo hanno cercato per molti giorni senza esito: le ricerche erano incominciate quando era stata ritrovata l’auto dell’uomo, scomparso qualche giorno prima a Pondenzano. Sul mezzo, posteggiato in località La Squazza, erano stati trovati i documenti, facendo scattare le ricerche. Di Stefano Gentili si era occupato più volte il programma televisivo “Chi l’ha visto”, senza esito.