Quantcast
Maschere e pinne

Stelle marine, saraghi e donzelle: altro che Tropici, lo snorkeling è nella Baia del Silenzio

sestri levante baia del silenzio convento annunziata

Sestri Levante. Servono solo maschera, boccaglio e pinne, e il fondale della Baia del Silenzio, a Sestri Levante, non avrà più segreti.

Due sole date, il 26 luglio e l’8 agosto con l’accompagnamento di un esperto di biologia marina, grandi e piccini potranno fare snorkeling nella splendida location e avvicinarsi così a pesci colorati, invertebrati e piante.

Un’attività che il LabTer Tigullio propone ormai da anni a scuole e cittadini nella convinzione che sia importante “toccare con mano” per insegnare “una corretta fruizione e tutela di un habitat così importante e fragile come quello delle praterie di Posidonia oceanica, soprattutto quando sono in un contesto privilegiato e molto frequentato come la Baia del Silenzio”.

Un’occasione per esplorare con maschera e pinne uno degli ambienti marini più importanti del Mediterraneo che ospita una miriade di specie animali. In meno di un paio di metri si possono osservare, infatti, castagnole, donzelle, saraghi ma anche stelle marine, cetrioli di mare e non solo. Poco da invidiare ai mari tropicali.

L’appuntamento è alle ore 9 presso il pontile della Lega Navale, estremità ovest della Baia del Silenzio. Prenotazione obbligatoria entro le ore 19 del giorno precedente: telefono 0185/41023 – email labter@comune.sestri-levante.ge.it
L’attività è aperta a tutti (bisogna saper nuotare) e gratuita.
Sono necessari maschera, boccaglio (pinne facoltative ma molto utili) proprie; i minori di anni 14 devono essere accompagnati.
Per ulteriori dettagli c’è la pagina Facebook “Labter Tigullio” oppure il sito alla voce LabTer Tigullio.

Più informazioni