Quantcast
Proteste

Sprint della maggioranza su Amiu e bilancio, le minoranze insorgono: “Negate audizioni e sospensione per leggere i documenti”

Pirondini: "Prova di forza della Lega", ma i grillini dicono no alla conferenza stampa con Pd e Lista Crivello che se la prendono anche con Amiu

Genova. Polemiche e accuse dalle minoranze dopo la prima delle tre commissioni che da qui a domani pomeriggio porteranno al voto a Tursi della nuovs delibera su Amiu, di quella sulla riduzione delle tariffe di Genova Parcheggi e di quella sull’assestamento di bilancio. “Abbiamo ricevuto la convocazione ufficiale per oggi alle 17 di ieri e i documenti alle 18.30 – spiega Stefano Bernini del Pd – e non ci è stato dato il tempo di leggerli”.

“Oggi – aggiunge la capogruppo Cristina Lodi – abbiamo chiesto rispetto ad Amiu anzitutto di poter audire il management per capire come pensano di andare avanti per esempio sulla bonifica della discarica ma ci è stato detto di no. Poi abbiamo chiesto un’ora di sospensione per poter leggere i documenti corposi e ci sono stati dati 10 minuti”. “Hanno voluto fare una prova di forza – aggiunge Gianni Crivello, capogruppo dell’omonima lista – ma le elezioni si vincono per governare, non per pensare di essere i padroni delle istituzioni”.

Il Pd però ne ha da dire anche contro Amiu e per questo avrebbe voloto confrontarsi con i suoi vertici in commissione: “Sulla pulizia della città noi avevamo anche parecchie risorse. Rispetto ad Amiu volevo anche capire la puntualità in questa fase rispetto alla pulizia della città, su cui noi – in particolare sul riserbo – avevamo messo parecchie risorse”. Anche l’ex vicesindaco Stefano Bernini tuona contro Amiu: “Vorremmo anche capire il piano di Amiu circa la bonifica della discarica di Scarpino – perché da quel che sappiamo noi è previsto solo il kapping mentre non si risolve il problema dei rii sotterranei che trasportano il percolato”.

Irritazione nei confronti della maggioranza anche da parte del M5S che tutta via non ha voluto fare una conferenza stampa congiunta con il Pd: “Non facciamo conferenze stampa insieme a chi l’Amiu l’ha distrutta e oggi fa la morale a quelli nuovi” tuona Luca Pirondini che mostra alcuni articoli di giornale sulla conferenza stampa su Amiu che il sindaco Marco Bucci ha tenuto una settimana: “Fino a ieri – dice mostrando le stampate – le uniche informazioni sul bilancio erano queste. Ieri sera ci è stato inviato questo malloppo ma è oggettivamente impossibile studiare questi numeri da qui a domani”.

Ancora: “Abbiamo chiesto di audire i manager delle partecipate e una sospensione di un’ora per studiare le carte, ma la Lega ha fatto una prova di forza dicendoci che ci concedeva mezz’ora e non un’ora. Volevamo spiegare ai cittadini quale era l’andazzo”.

Circa la delibera su Amiu è Enrico Nadasi, scelto dai grillini come consulente tecnico nella commissione di oggi, a illustrare i timori del movimento: “Ci hanno spiegato che il Comune di Genova ha un debito di 160 milioni nei confronti di Amiu e l’unica proposta è quella di spalmare quel debito in 10 anni senza nuovi aumenti della Tari. Non ci sono soluzioni alternative né mediazioni possibili. Aggiungiamo che non aumentare la Tari di per sé potrebbe essere una buona cosa ma non vorremmo che le conseguenze fossero peggiori”.