Quantcast
Cerimonia

Rapallo, l’intitolazione del piazzale all’artista Italo Primi

Il comune di Pietra Ligure premia Sebastiano Gravina, capocannoniere del campionato di calcio dedicato ai non vedenti

Rapallo. Le note dell’ “Inno di Mameli” interpretate dal Corpo bandistico “Città di Rapallo” risuonano nel momento in cui il Tricolore scivola sulla lastra in marmo scoprendo così la targa che dedica ufficialmente il piazzale attiguo al campo sportivo U. Macera a Italo Primi, stimato artista rapallese, nel giorno in cui ricorre il 34° anniversario della sua scomparsa, avvenuta il 18 luglio 1983.

Primi, nato a Rapallo nel 1903 e formatosi all’Accademia Ligustica, è autore di opere di pregio che si possono ammirare in città; di queste, la più nota è senza dubbio il Polpo in bronzo (attualmente sottoposto ad interventi di restauro) che fa bella mostra di sé all’interno della fontana al centro di Piazza Pastene ed è considerato a tutti gli effetti uno dei simboli di Rapallo. Ad essa di aggiungono altri manufatti artistici di grande pregio come i portali in bronzo presso il Santuario di N.S. di Montallegro, il bassorilievo che raffigura il martirio di San Sebastiano sulla facciata dell’Oratorio dei Bianchi, il battistero con vasca in marmo che raffigura il Battesimo di Gesù nella navata destra della Basilica dei S.S. Gervasio e Protasio, numerosi dipinti all’interno di abitazioni private.

Il merito di aver reso Rapallo ancora più bella con le sue opere artistiche è stato sottolineato anche da don Aurelio Arzeno, parroco di Sant’Anna, che ha benedetto la targa.

A chiusura della cerimonia, l’esecuzione di alcuni brani da parte della banda rapallese, applaudita dai tanti presenti tra autorità civili (all’evento hanno preso parte anche il vicesindaco Pier Giorgio Brigati e numerosi i consiglieri comunali) e rappresentanti delle associazioni culturali cittadine e dei Sestieri rapallesi.

Più informazioni