Quantcast
Mercato immobile

Provaci ancora, Samp… magari con Murillo

Il punto sullo “status quo” della Sampdoria

Sampdoria Vs Crotone Serie A

Genova. “Provaci ancora, Samp”, o per meglio dire “Provaci ancora, Giamp(aolo)”… già, perché il mister, negli inediti panni di Woody Allen, dovrà davvero tentare di ricostruire una nuova Sampdoria…

Intanto sta lavorando su una “base”, che non è quella su cui poggerà le fondamenta la Samp 2017/18… almeno questo se lo augurano i tifosi blucerchiati… ed ogni giorno perso assume doppio valore, conoscendo la meticolosità di Giampaolo, nel pretendere dai giocatori l’applicazione dei suoi schemi, che hanno bisogno del giusto tempo per essere assimilati…

Proviamo dunque a fare il punto sull’attuale situazione…

In porta si è deciso che va bene così… Fiducia a Puggioni, visti i passi da gigante di Viviano, verso il ritorno fra i pali e conferma di Tozzo, come “dodicesimo” e Krapikas, come “terzo”.

In difesa, di inamovibile c’è solo Silvestre… ma, sulla destra, Bereszyński e Sala possono essere considerati un’ottima coppia da alternare e poco aggiungerebbe l’interista Santon, di cui sta correndo voce in queste ore.

Diverso il discorso a sinistra, dove da Murru (tra l’altro per ora infortunato) ci si attende molto (ma con quali certezze?) e le alternative (Pavlović, Dodô e Regini) hanno, in passato, suscitato perplessità a iosa.

Il “buco” più grosso è comunque al centro, al fianco dell’argentino Silvestre, cui va augurata tanta salute… Regini, Simic e Leverbe sono il trio di centrali, che completano la rosa…

Chiaro che servono, come il pane, due difensori di livello… che, stando alle recenti parole di Carlo Osti, sembrano essere stati individuati in Omar Colley (del Genk) e Jorge Maré (del Gijon)… Due buoni prospetti, soprattutto lo spagnolo, non due certezze… E’ qui che si farà la “nobilitade” di Giampaolo, qualora davvero arrivassero.

Il centrocampo è, a nostro parere, l’unico reparto che non abbisogna di ritocchi… Barreto, Torreira, Linetty, Verre, Capezzi, Praet, Đuričić (gli ultimi due utilizzabili anche come trequartisti, in aggiunta ad Alvarez) rappresentano un “asset”, che poche squadre, del livello Sampdoria, hanno. Poi è chiaro che un innesto di un “Lucky Luciano” Vietto o di un Jack Wilshere, cambierebbe (di parecchio, in meglio) le carte in tavola.

E davanti? Anche qui il piatto piange… non come in difesa, ma quasi…

Quagliarella e le scommesse Caprari e Kownacki (oltre a Bonazzoli e Balde) non garantiscono, da soli, i goal salvezza (perché di questo si sta parlando, a bocce ferme)… Dunque, ben venga lo stesso Vietto, di cui – sempre Osti – ha recentemente ammesso l’interesse.

Conferma di Schick in blucerchiato, dopo “il gran rifiuto” Juve?

Beh, l’idea sarebbe ottima, ma già si parla di incontri con l’Inter, pronta ad accaparrarsi il giocatore della Repubblica Ceca, magari inserendo nella trattativa il sopra citato Santon, oppure il giapponese Nagatomo ed il graditissimo Murillo…

E perché no? Eder…

Ecco, l’italo brasiliano sarebbe un gradito ritorno… in pochi hanno lasciato un segno così importante, almeno negli ultimi anni… e chi se ne frega dell’età, se la butta dentro…

Tuttavia, potendo scegliere, “la muralla” (muraglia) colombiana, erede in patria del leggendario Iván Ramiro Córdoba, potrebbe rappresentare la panacea di tutti i mali difensivi blucerchiati.

L’avvocato Romei ha comunque smentito il fatto che si sia parlato di Schick, nell’incontro odierno con la dirigenza nerazzurra, mentre il presidente Ferrero, ai microfoni di Sky, ha rilasciato, una di per sé stessa esplicativa, battuta: “Schick sta benissimo, l’Inter ancora meglio”.

Notizia di contorno, ma che dà un’idea del valore del portiere, Sergio Romero (che a breve affronterà la Samp difendendo la porta del Manchester United) ha rinnovato il contratto con i “Red Devils”, allenati da Josè Mourinho, fino al giugno 2021.

Chiudiamo con un plauso al doriano/arenzanese Gabriele Rolando (in prestito al Palermo), che nella prima uscita stagionale (nel ritiro di Bad Kleinkirchheim) ha subito messo in mostra ottime qualità, nel match contro la formazione locale, mettendo a segno due goal ed alcuni assist.

Scende invece in Serie D (causa lo status di extracomunitario), peraltro nello storico Casale, Olger Merkaj, ex Primavera Samp, lo scorso anno in prestito al Tuttocuoio. Auguri per un pronto ritorno a livelli superiori, non appena risolti i problemi burocratici, possibilmente dopo un’annata a suon di goal con i “nerostellati”, allenati da Ezio Rossi.

Più informazioni