Quantcast
Finale a sorpresa

Porto Antico, concerto di mezza estate con i fuochi d’artificio (e 85 maestri d’orchestra)

Genova. Al Porto Antico sarà una domenica all’insegna della musica sinfonica, con finale a sorpresa, all’Arena del Mare, mentre Piazza delle Feste saluterà, con l’ultima serata di spettacolo, il Gezmataz Festival & Workshop.

Primo appuntamento alle 22 all’Arena del Mare con il “Concerto di mezza estate. Musica, acqua, fuoco”. Una continua sorpresa per gli spettatori, a partire dai soggetti coinvolti: due saranno infatti le orchestre presenti sul palco, quella “di casa” del Teatro Carlo Felice e quella “ospite”, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo per un totale di 85 maestri d’orchestra.

Affascinante anche la storia del direttore d’orchestra. Andrea Battistone, classe 1987 alla soglia dei trent’anni vanta già un palmares da veterano con direzioni sui maggiori teatri dell’opera del mondo e anche il record personale del più giovane Direttore mai salito sul podio del Teatro alla Scala, dirigendo “Le Nozze di Figaro” di Mozart nel 2012.

Dopo un brano composto dallo stesso maestro Battistoni, dal titolo “élan vital” (Rhapsody for Orchestra), il concerto proseguirà con “Quadri di un’esposizione” di Modest Petrovič Musorgskij, con l’Orchestrazione di Maurice Ravel fino alla svolta pop con l’esecuzione di “Star Wars Suite”, la Colonna Sonora dell’omonimo film di George Lucas che tanto farà sognare ad occhi aperti i fan della saga. Sorprendente il finale con uno spettacolo pirotecnico a tempo di musica che dal mare sembrerà avvolgere gli spettatori in un balletto tra fuochi, luci e note sul palco.
Il concerto è organizzato dalla Fondazione Teatro Carlo Felice e il costo del biglietto è di € 15,00 acquistabile in prevendita su Happy Ticket o presso la biglietteria del Carlo Felice oppure la sera stessa dello spettacolo alla biglietteria presente all’Arena del Mare.

Ultima serata invece in Piazza delle Feste per Gezmataz Festival & Workshop con uno spettacolo ad ingresso libero aperto alla nuove leve del jazz genovese.
Come ogni anno, infatti, al Festival è collegato un workshop, aperto ai giovani e ai meno giovani, agli appassionati e ai musicisti in erba, dove per una settimana è possibile imparare da alcuni grandi jazzisti giunti per l’occasione.
A conclusione del workshop domenica sera gli allievi del workshop – provenienti quest’anno da Sicilia, Puglia, Lombardia, Toscana, Piemonte, Veneto, Campania e anche dalla Germania – metteranno in mostra il loro talento e gli insegnamenti ricevuti formando la Gezmataz Ensemble accompagnati dagli illustri docenti che come sempre li seguono in questo percorso: Peter Erskine alla batteria, Andy Sheppard al sax, Masa Kamaguchi al contrabbasso e Marco Tindiglia alla chitarra.