Quantcast
Al gaslini

Perdono il loro bimbo a causa dell’Sma e aprono un crowdfunding per aiutare la ricerca

Matteo e Adelaide vogliono aiutare chi si troverà ad affrontare una tragedia come la loro finché non verrà trovata una cura

ospedale Gaslini

Genova. Hanno perso il loro bimbo di meno di tre mesi a causa di una terribile malattia ma hanno deciso di farsi forza e indirizzare il loro dolore promuovendo una raccolta fondi per la ricerca da destinare all’ospedale Giannina Gaslini.

“Vogliamo aiutare le persone, i professionisti che ci hanno diagnosticato, che ci hanno confortato, che ci hanno accompagnato e che hanno reso la nostra esperienza, la nostra tragedia un po più lieve e la breve esistenza di Leonardo un po’ più dignitosa e un po meno sofferente” scrive Matteo, il papà del piccolo Leonardo, genovese di Pontedecimo che si era trasferito a Courmayeur ma che con la moglie Adelaide questa primavera si è precipitato al Gaslini non appena si è accorto che il loro bimbo aveva qualcosa che non andava.

Al Gaslini la terribile diagnosi: Sma, atrofia muscolare spinale, una malattia degenerativa che nella sua forma più grave porta fino alla morte.

Il piccolo Leonardo se ne è andato il 29 giugno. Matteo e Adelaide sono stati assistiti e supportati psicologicamente da tutta l’equipe dell’ospedale pediatrico genovese e ora vogliono restituire qualcosa di quanto nella tragedia che li ha colpiti hanno ricevuto: “Purtroppo, per ora, non esiste una cura alla malattia che ci ha portato via Leonardo – spiega ancora Matteo – donando possiamo essere parte di quell’insieme di persone che un giorno la sconfiggeranno”.

Questa è la pagina per le donazioni: in pochi giorni sono stati già raccolti 13 mila euro.

Più informazioni