Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pd, Vattuone: “Da consigliere di Ancona parole irrispettose su Giuliani”. Terrile: “Inqualificabile”

“Le parole espresse da Diego Urbisaglia, consigliere comunale del PD di Ancona, sono drammaticamente superficiali, sbagliate e irrispettose. Quello lanciato dal consigliere è un messaggio che prima di tutto incita alla violenza e questo non può essere perché a scriverlo è un rappresentante delle istituzioni e un membro di un partito che si fonda su ben altri valori”. Lo ha detto il segretario regionale del Pd Vito Vattuone a proposito dalle pesantissime affermazioni del consigliere comunale di Ancona Diego Urbisaglia che su facebook aveva detto che a suo figlio avrebbe detto, se fosse stato al posto di Placanica, di prendere bene la mira contro Carlo Giuliani, il giovane ucciso il 20 luglio 2001 in piazza Alimonda.

“Il G8 del 2001 ha rappresentato per Genova e per l’intero Paese un momento drammatico che ha lasciato ferite profonde nella città e nei suoi abitanti. Ferite sensibili ancora oggi, a sedici anni di distanza. Per questo motivo le parole del consigliere di Ancora risultano superficiali e offensive. Verso i familiari di Carlo Giuliani, verso chi ha vissuto sedici anni fa quelle giornate cariche di dolore e paura, verso la città di Genova e la sua memoria”.

Più deciso l’intervento su fb del consigliere comunale del Pd ed ex segretario provinciale Alessandro Terrile che ha definito quelle di Urbisaglia “parole inqualificabili che offendono tutta la città. Oltre che l’intelligenza e la memoria di chi come noi ha vissuto quei giorni”.

“Apprezzo la richiesta dei deputati Fiano e Morani di deferirlo alla Commissione di garanzia del PD” ha concluso Terrile.