Quantcast
Eletta

Pd, gli orlandiani si astengono e Cristina Lodi diventa capogruppo

Cristina Lodi

Genova. C’è voluto quasi un mese ma Cristina Lodi, la consigliera che ha preso più voti di tutti nelle Pd alle amministrative di giugno (staccando di circa 500 voti i colleghi maschi) alla fine l’ha spuntata. Gli orlandiani (Alessandro Terrile, Stefano Bernini, Claudio Villa) hanno deciso di uscire dall’impasse che vedeva un muro contro muro di tre voti contro tre e hanno scelti di astenersi consentendo così a Cristina Lodi di essere eletta capogruppo dai colleghi renziani.

“Da questo momento con grande senso di responsabilità e di onore sono capo gruppo del partito democratico del Comune di Genova – ha scritto questa mattina Lodi su Facebook – la fiducia che mi è stata data non sarà riposta invano e per questo ringrazio i miei cinque colleghi. E ringrazio tutti voi di cuore. E ora #avantitutta abbiamo molto da lavorare”.

Lodi nella sua prima uscita da capogruppo parte subito all’attacco: “In primis interessante osservare come il consigliere Putti pur di diventare presidente di Commissione Prima si è fatto votare da tutta la destra compreso la Lega Nord. ….niente di nuovo sul fronte….una cosa politicamente inacettabile come inaccettabile è che la maggioranza si esprima su questioni di minoranza..avremo molto da lavorare ma la priorità insieme alla Lista Crivello sarà la coerenza dei principi per cui ci hanno votato i genovesi”.

Più informazioni