Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Medio Ponente, il presidente Bianchi punta su Erzelli: “Saremo il riferimento per l’alta tecnologia”

Le priorità: "A Sestri manutenzione e decoro per Cornigliano finalmente al via la riqualificazione"

Genova. E’ da sempre una delle roccaforti della sinistra (e del Pd) e anche in questa difficile tornata elettorale il municipio medio ponente non ha tradito e il candidato del Pd Mario Bianchi ha conquistato con il 40,25% dei voti la maggioranza del municipio anche grazie al sostegno della lista civica Il prossimo Medio Ponente formato da diversi consiglieri uscenti di centro sinistra.

Ora Mario Bianchi, 45 anni, ingegnere ambientale di Amiu (e già consigliere uscente del Pd) guarda con un certo ottimismo al futuro del suo municipio che riunisce i quartieri di Sestri ponente e Cornigliano. Un futuro che per Bianchi si chiama soprattutto Erzelli: “Fino a poco tempo fa – spiega il presidente – il trasferimento dell’università sembrava una chimera – oggi non è più così ed Erzelli può davvero diventare il parco tecnologico più importante del’Europa il che consentirà al nostro municipio di diventare il nuovo punto di riferimento dell’alta tecnologia sul territorio”.

Erzelli fra l’altro con la nuova viabilità, i collegamenti con aeroporto e la Marina di Sestri a cominciare dalla nuova cabinovia “che sembrava anch’essa fantascienza, mentre oggi è un progetto finanziato” sarà insieme il trait d’union e lo spartiacque tra i due quartieri che nei prossimi cinque anni avranno obiettivi da raggiungere abbastanza diversi ma altrettanto importanti.

“Su Sestri ponente – spiega il presidente – dopo che quasi tutte le grandi opere sono state completate oppure avviate, dalla riqualificazione delle piazze alle gallerie Borzoli Erzelli alla messa in sicurezza del torrente Chiaravagna, ci concentreremo sulla manutenzione soprattutto e sul decoro insieme ad alcuni interventi come quello già finanziato su viale Canepa, la viabilità della Val Chiaravagna e la parte alta di Sant’Alberto”.

Diversa la situazione rispetto a Cornigliano “dove finalmente sarà convocata la conferenza dei servizi sul progetto di riqualificazione di via Cornigliano che dovrà nei prossimi mesi essere condiviso con il territorio”. Il quartiere si appresta a diventare un’altra cosa rispetto a come è oggi e a come è percepito dagli stessi abitanti”. L’avvio dei lavori per il lotto 10 “probabilmente qualche disagio potrà crearlo come già accaduto a Sestri con i lavori sul Chiaravagna ma si tratta di opere talmente importanti per il territorio che qualche disagio è accettabile”.

Preoccupa che per la prima volta il Comune di Genova sia di un altro colore politico rispetto al municipio? “Ovviamente da iscritto al Pd che ha sostenuto Crivello sono dispiaciuto – ammette Bianchi – ma non sono preoccupato perché credo che le buone progettualità non abbiamo colore politico”.