Quantcast
Mondiali

L’Italia vince ai rigori la resistenza dell’Australia: giocherà per il quinto posto

Le azzurre sprecano un buon vantaggio ma alla fine riescono comunque a spuntarla

Setterosa

Genova. All’Italia resta la finale per il quinto posto. Conquistata con determinazione, coraggio e tanta generosità. Il Setterosa batte l’Australia ai tiri di rigore dopo aver dilapidato il vantaggio acquisito sul 5-1 e 7-4, essersi portato nuovamente avanti sull’11-10 a 1’42” dalla sirena e aver subito il pari all’ultimo possesso e primo gol in inferiorità numerica (1 su 5 contro 4 su 8).

Determinanti per il passaggio del turno la parata di Lavi sul match point di Buckling, il controfallo di Halligan al 18° rigore, ad oltranza, e le superbe prestazioni di Bianconi, autrice di cinque gol nei tempi regolamentari, e Aiello che si è caricata da sola il peso del centro.

La finale per il quinto posto è in programma venerdì alle ore 13,30 contro la vincente di Ungheria-Grecia, in svolgimento dalle 15. Stasera si giocheranno le due semifinali: alle 20,30 Russia-Stati Uniti e alle 22 Canada-Spagna.

La partita. Bianconi e Aiello spingono l’Italia sul 5-1 in meno di cinque minuti. L’attaccante realizza quattro gol. Apre le marcature dal perimetro, segna un rigore procurato da Aiello, che successivamente si prende e trasforma anche la prima superiorità, quindi buca Yanitsas da oltre sette metri e dal perimetro. Nel finale di parziale l’Australia riduce lo svantaggio con un inserimento di Buckling e una controfuga di Baxter per il 5-3.

In apertura di secondo tempo Radicchi colpisce ancora da lontano, con le squadre che non riescono a servire i centri e a prendere espulsioni, fino alla girata di Webster per il 6-4, alla pronta risposta di Radicchi per il 2 su 2 in superiorità numerica e al tocco sottomisura di Arancini. Tutto in un minuto. Chiude il parziale il primo errore dell’Italia in più e il meno 1 di Bishop dal centro.

Riaffiorano i problemi di continuità e gestione che hanno portato all’eliminazione con Russia nei quarti. L’Italia, prima avanti di 4 (5-1) e poi di 3 (7-4), subisce il sorpasso col secondo gol consecutivo di Bishop, autrice di finta e palomba nel lato opposto, e di un tiro non irresistibile di Webster. Break di 4 a 0 e secondo vantaggio aussie (1-0, 8-7). Il Setterosa nel frattempo fallisce due superiorità numeriche, poi Aiello, servita da Bianconi, lo rimette in piedi con una girata ai due metri. Ma il capitano Webster, al quarto centro, riporta avanti le gialloverdi su rigore prima dell’ultimo tempo.

Nel quarto tempo Garibotti e Bianconi con l’uomo in più riprendono Buckling per il 10-10 a 5’15”. Le azzurre difendono la terza inferiorità e Aiello si prende un altro rigore che Garibotti insacca per il nuovo vantaggio a 1’42” da giocare. Le aussies giocano la quarta superiorità a 75 secondi dalla sirena e Gorlero si oppone a Buckling; poi hanno l’ultimo possesso con relativa espulsione ed agganciano il pari con Halligan a spiccioli dalla sirena. Si va ai rigori con il ct Conti che alterna i portieri. Lavi salva su Bucking il primo match point e Halligan, sul 7-6 ai penalties per le azzurre, perde il pallone di mano. Italia in finale, per il quinto posto.

Il commento di Fabio Conti: “Quando entri in questa parte del torneo è importante giocare pensando già al futuro, con buona volontà e propositi. La squadra è riuscita ad interpretare la partita con la mentalità giusta. Abbiamo pagato un po’ di stanchezza e l’assenza di Valeria Palmieri che finora aveva sempre giocato malgrado una fastidiosa lombosciatalgia. Mi è piaciuto lo spirito di rivalsa delle ragazze che non mollano mai. Ai rigori Gorlero è stata tra i pali nelle prime quattro esecuzioni; Lavi è entrata sul loro match point e ha salvato la partita; poi si sono alternate. Abbiamo anche avuto un pizzico di fortuna“.

Il tabellino:
Italia-Australia 18-17 d.t.r. (11-11)
(Parziali: 5-3, 2-3, 1-3, 3-2)
Italia: Gorlero, Tabani, Garibotti 2, Queirolo, Radicchi 2, Aiello 2, Picozzi, Bianconi 5, Emmolo, Palmieri, Cotti, Dario, Lavi. All. Conti.
Australia: Yanitsas, Gofers, Buckling 2, Halligan, Bishop 2, Ridge, Webster 4, Zimmerman, Arancini 1, Mihailovic, Baxter 1, Steere, Hedges. All. Kechagias.
Arbitri: Naumov (Rus) e Rotsart (Usa).
Note. Uscita per limite di falli Gofers a 4’55” del quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 4 su 8 più 2 rigori segnati, Australia 1 su 5 più 1 rigore segnato.
Rigori (7-6): Bianconi gol, Webster traversa, Garibotti gol, Bishop gol, Emmolo parato/palo, Arancini gol, Queirolo parato, Halligan gol, Picozzi gol, Buckling parato; Bianconi gol, Webster gol, Garibotti gol, Bishop gol, Emmolo gol, Arancini gol, Queirolo gol, Halligan controfallo.

leggi anche
Setterosa
Budapest 2017
Mondiali: Setterosa eliminato, va avanti la Russia
setterosa
Budapest 2017
Campionati mondiali: il Setterosa batte la Cina ed approda ai quarti di finale
Setterosa
Mondiali 2017
Setterosa, sconfitto il Brasile: i quarti sono vicini
Setterosa
Budapest 2017
Campionati mondiali: Setterosa, esordio vincente
Setterosa
Budapest 2017
Italia sconfitta dall’Ungheria: le azzurre chiudono i campionati mondiali al sesto posto