Una settimana

Gitiesse, sciopero ad oltranza: domani incontro con Prefetto e corteo a Tursi

Manganaro: "Attendiamo gli esiti dell’incontro che si è tenuto ieri in regione tra l’assessore al lavoro Berrino e i rappresentanti dell’azienda”

Genova. Ci saranno tutte le rappresentanze dei metalmeccanici di Fiom e Uilm domani mattina davanti alla Prefettura per sostenere la vertenza dei lavoratori Gitiesse che sono in sciopero ad oltranza da ormai una settimana, dopo il licenziamento di 31 lavoratori e la chiusura del reparto produzione.

I lavoratori dell’azienda, dopo l’incontro con il Prefetto, andranno in corteo fino a palazzo Tursi dove chiederanno un incontro urgente con il sindaco Marco Bucci.

“Sosteniamo con forza il coraggio di questi lavoratori – ha detto Bruno Manganaro, segretario Fiom Genova – che hanno deciso per lo sciopero a oltranza per cercare di salvare il proprio posto di lavoro. Attendiamo gli esiti dell’incontro che si è tenuto ieri in regione tra l’assessore al lavoro Berrino e i rappresentanti dell’azienda”.
[tag name = ‘Gitiesse’]

Gitiesse è la “costola italiana” della multinazionale Eaton che produce sistemi di sicurezza per la cantieristica e che ha deciso di delocalzizzare la produzione in Gran Bretagna e Cina.

leggi anche
  • Crisi industriale
    Gitiesse, ancora una “fumata nera”, i lavoratori proseguono la protesta
  • Vertenza
    Gitiesse, in Valpolcevera la protesta dei lavoratori: 31 su 54 verso il licenziamento