Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Gitiesse, rotta la trattativa con Eaton: domani fabbrica occupata

la protesta va avanti

Più informazioni su

Genova. Parecchie ore di trattativa nella sede di Confindustria ma alla fine è stato un nulla di fatto e i lavoratori della Gitiesse domani nel decimo giorno di protesta sono intenzionati a occupare la fabbrica. Oggi sindacati e vertici della Eaton – la multinazionale da cui dipende Gitiesse – dopo un pomeriggio in cui si è tentato di trovare un accordo almeno sulle mensilità di buona uscita per i lavoratori licenziati (31 su 54), si sono lasciati con l’ennesima fumata nera.

Secondo quanto appreso da fonti sindacali la multinazionale americana non sarebbe stata contenta nemmeno della presenza prima dell’inizio del tavolo vero e proprio, del sindaco di Genova Marco Bucci.

I lavoratori, esasperati, hanno deciso di procedere a oltranza con la protesta e domani occuperanno la piccola fabbrica della Valpolcevera, che produce sistemi sonori e di sicurezza navali. L’azienda infatti ha specificato oggi che il ritardo con le consegne sta creando un danno e i lavoratori sperano così di arrivare a riaprire il tavolo al più presto.