Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Giardini Brignole, proseguono i lavori. Fanghella: “Ma ora pensiamo anche a periferie”. fotogallery

Percorsi pedonali realizzati in materiale "calcestre", un granulato molto chiaro e resistente, che sostituisce i passaggi in pietra, ma anche panchine e nuove essenze nei giardini di Viale Thaon di Revel

Genova. Percorsi pedonali realizzati in materiale “calcestre”, un granulato molto chiaro e resistente, che sostituisce i passaggi in pietra, ma anche panchine e nuove essenze. Nei giardini di Viale Thaon di Revel, davanti a Stazione Brignole, si stanno concludendo i lavori di riqualificazione che permetteranno di rimettere ordine a una zona per lungo tempo degradata. Un lavoro avviato dalla giunta Doria per il quale prosegue l’impegno anche con l’attuale amministrazione.

Lavori giardini brignole

Non manca, però, qualche perplessità da parte del nuovo assessore alle manutenzioni, Paolo Fanghella che, per il futuro, pensa a politiche di discontinuità rispetto a quanto fatto in questi anni. “Questo è un segnale importante da portare avanti – spiega – magari in maniera un po’ più ordinata perché le opere manutentive che sono state fatte da precedente giunta erano un po’ casuali. Noi cercheremo, invece, di operare in maniera più ordinata, magari anche andando a interessare la periferia che ha più bisogno del centro di interventi di questo tipo”.

Mantenere l’attenzione alta sul centro, quindi, ma con la consapevolezza che è la periferia, in questo momento ad avere bisogno di interventi importanti. “Per adesso parliamo di ipotesi – prosegue Fanghella – ma in questo momento pensiamo, ad esempio, a una riqualificazione delle ville importanti del ponente, che possono anche diventare centro di aggregazione per la popolazione”. Strutture che rappresentano una plusvalenza che può portare anche turismo. “Abbiamo visto l’intervento fatto dalla scorsa giunta sul Villa Pallavicini ma questi interventi vorrei che venissero estesi anche su Villa Duchessa di Galliera, su Villa Banfi, sui parchi di Nervi. Insomma, su tutto il territorio genovese”.

Su questa lunghezza d’onda anche le scelte per una struttura importante della città, quella degli ex mercati ortofrutticoli di Corso Sardegna. Il progetto iniziale, quindi, sarà modificato, e rivalutato nei termini. “Non una mera speculazione come forse era un po’ stata intesa dalla precedente giunta – sottolinea Fanghella – ma un’occasione per riqualificare un quartiere che ha bisogno di avere spazi per i ragazzi. C’è un project financing che è in fase di elaborazione – conclude – e per ora è un po’ presto per parlarne ma l’obiettivo è quello di porre più attenzione al quartiere”