Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Centro storico, con tredici involucri di eroina in bocca prende a calci gli agenti: arrestato

Per il poliziotto due settimane di prognosi. L'aggressore è un libico di 22 anni

Genova. Tredici involucri di eroina in bocca per sfuggire al controllo degli agenti del commissariato Pré e un calcio ben assestato al ginocchio di un poliziotto che lo ha fatto finire in ospedale. E’ la dinamica di quanto accaduto ieri a Pré tra tra Vico Inferiore del Roso e Vico Largo dove gli agenti hanno fatto un pattugliamento a piedi.

Giunti davanti a un capannello di persone dove viene riconosciuta dai poliziotti una tossicodipendente, l’aggressore, che aveva la guancia gonfia ha cominciato a spintornare ripetutamente i poliziotti, sgomitando e scalciando, fino a colpire un operatore con un calcio al ginocchio. Quando gli agenti sono riusciti a bloccarlo, ha sputato a terra 13 involucri che, una volta recuperati, sono risultati contenere eroina.

A causa del calcio ricevuto, il poliziotto si è recato al pronto soccorso, dove è stato medicato con una prognosi di 14 giorni.
L’arrestato, un cittadino libico di 22 anni, irregolare in Italia e già respinto lo scorso anno alla frontiera di Trapani, sarà giudicato questa mattina con rito direttissimo. E’ accusato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacente, violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.