Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Arrestato dopo aver strangolato l’amico a Valencia, a Genova l’udienza per l’estradizione

Nessuna decisione dei giudici al momento. Guirdarelli trasferito in carcere a Imperia

Più informazioni su

Genova. Sarà necessari una nuova udienza per decidere se estradare o meno in Spagna Eder Guidarelli, l’uomo di 32 anni, di Ferrara, accusato di avere strangolato l’amico Marcello Cenci. Lo hanno stabilito i giudici della corte d’appello di Genova che in queste ore chiederanno, tramite il ministero, nuovi atti alle autorità spagnole.

Guidarelli, difeso dall’avvocato Eugenio Gallerani, era presente in aula e si è opposto al suo trasferimento chiedendo di rimanere in Italia. Dopo l’udienza, l’uomo è stato trasferito nel carcere di Imperia, dove è detenuto dopo l’arresto avvenuto a Ventimiglia nei giorni scorsi, mentre dalla Spagna rientrava in Italia.

Secondo l’accusa, Guidarelli avrebbe covato una forte gelosia nei confronti di Cenci per via di una donna. Gelosia sfociata in tre aggressioni a Ferrara e a Valencia. Per questi episodi pendeva un processo, fissato per ottobre, per stalking.

Processo, per cui erano in corso trattative per il patteggiamento e il risarcimento danni, che potrebbe essere stato la causa scatenante dell’omicidio.