900 a rischio

Wind-Tre: Meloni: “Necessario tutelare lavoro italiano”

Genova. “Non c’e’ nessuno al Governo che richiama Wind-Tre alla necessita’ di tutelare il lavoro italiano, ingiusto e assurdo”. Lo denuncia la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni incontrando stasera a Genova un gruppo di lavoratori del call center Wind-Tre, che protestavano contro l’esternalizzazione del servizio annunciata dall’azienda a margine del comizio conclusivo della campagna elettorale del candidato sindaco del centrodestra Marco Bucci.

Meloni ha avuto un faccia a faccia di circa cinque minuti con i manifestanti chiedendo di “avere al piu’ presto tutti i documenti sulla vertenza per farsene portavoce a Roma con il Governo”. “Il Governo Renzi non ha esercitato il Golden power, non e’ una novita’”, continua Meloni.

“Una societa’ meta’ cinese e meta’ russa investe 6 miliardi sulla rete italiana e manda a casa 900 lavoratori Wind-Tre colpendo 900 famiglie, e’ assurdo”, aggiunge il sindacalista che dialogava con Meloni.

Più informazioni
leggi anche
  • In prefettura
    Wind-Tre, è sciopero nazionale: il corteo a Genova