#ciaomilano

Treni assaltati, autostrade invase: Genova e le Riviere da tutto esaurito fotogallery

Genova. Trenitalia ha previsto due treni straordinari per il rientro dal lungo ponte del 2 giugno ma non ha previsto altrettanti convogli straordinari per le partenze verso le località della Liguria: così questa mattina il caos, iniziato alla stazione di Milano, con uno dei treni diretti verso la riviera, sulla linea Genova-Ventimiglia, letteralmente preso d’assalto da centinaia di persone che si sono accalcate per salire. Ovviamente non tutti sono potuti partire e il convoglio ha così iniziato il suo viaggio con diversi minuti di ritardo (145, alla fine) con l’intervento della Polfer.

Complice la bella giornata e l’inizio del ponte, le spiagge della riviera sono piene di bagnanti mentre barche e motoscafi solcano il mare lungo le coste di tutte le località balneari.

Ma se i treni provenienti soprattutto dalle località del nord sono stati presi d’assalto, la rete autostradale non è stata da meno: i disagi per il traffico intenso sono stati continui fino a metà pomeriggio.

Tra i luoghi più visitati: le Cinque Terre, naturalmente, così come le coste del Tigullio, con Rapallo e Portofino, dove il “red carpet” e i suoi scenari mozzafiato continua ad attrarre “passeggiatori”.

E anche Genova, nonostante il caldo, è (piacevolmente) invasa i turisti come succede ormai da tempo in occasione di ponti e più in generale festività. Oggi poi c’è un’occasione in più per visitare luoghi di solito non accessibili. Grazie all’iniziativa Palazzi Svelati, numerose dimore storiche, sedi istituzionali come il Palazzo della Regione, sono aperti al pubblico. Straordinaria affluenza per esempio, a Palazzo San Giorgio, per l’apertura della sede dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale. Durante la mattinata hanno partecipato alle visite guidate oltre ottocento persone. Molti i turisti italiani e stranieri ma anche tanti genovesi che hanno deciso di festeggiare l’anniversario della Repubblica vistando uno dei palazzi storici.
Tra i 17 luoghi aperti per la festa anche Palazzo Tursi, l’Università, la Questura, Forte San Giuliano (dove ha sede il comando provinciale dei carabinieri), la sede dei vigili del fuoco e della capitaneria di porto.
Residenti e turisti hanno ammirato non solo sedi “culturali”, ma anche luoghi istituzionali dove hanno potuto constatare con mano il lavoro quotidiano di chi, ad esempio, garantisce la sicurezza. E le Forze dell’ordine per un giorno sono diventate (anche) “guide turistiche” d’eccezione.

Non manca poi chi in cerca di fresco, ha scelto i parchi cittadini (oggi riapriva anche il Gropallo a Nervi), o poco fuori come Villa Serra, o la colline per una gita fuori porta (autostrada permettendo).

leggi anche
  • Festa della repubblica
    2 Giugno: a Genova palazzi Svelati, fuochi d’artificio e gelato tricolore
  • Palazzi svelati
    Quadri unici e sculture, il Palazzo della Regione diventa una galleria d’arte
  • Gli appuntamenti
    Street food, sagre e celebrazioni: il 2 giugno a Genova e in provincia
  • Tutta l'estate
    Tigullio, il Red Carpet dei Record rimane fino a settembre