Gran finale

Suq Festival, la carica dei 70 mila visitatori: si chiude domani la kermesse al Porto Antico

Oltre 100 eventi gratuiti tra laboratori, incontri e showcooking. Più di 600 i protagonisti, tra artisti, scrittori, giornalisti, studenti e ristoratori

Genova. Domani, domenica, si spengono le luci del Suq al Porto Antico: circa 70.000 le presenze in 11 giorni, con un’affluenza continua, dalle 16 alle 24 (le domeniche dalle 12) senza alcun problema di sicurezza, con una grande collaborazione di tutto il pubblico a seguire le regole emanate dalla Prefettura.

Molto apprezzato il nuovo allestimento scenografico che ha saputo creare spazi più ampi e una zona palco sicuramente più accogliente. Di grande qualità la rassegna Teatro del Dialogo, che per questa edizione ha coinvolto quattro palchi straordinari: il tradizionale palcoscenico del Suq, con la scenografia rinnovata; il Museo Luzzati; l’Isola delle Chiatte e un furgone, che ha accompagnato gli spettatori per le strade della città con lo spettacolo Medea sul Lungomare Canepa, pièce innovativa ed emozionante tra le più apprezzate da pubblico e critica. Grande successo anche per gli altri appuntamenti della rassegna, che ha visto andare in scena complessivamente 8 performance diverse: oltre a Medea sul Lungomare Canepa, Di suoni e d’asfalto; Lireta. A chi viene dal mare; Trallallalero trallalallà, la gazza ladra è ancora qua, in omaggio a Emanuele Luzzati; Deuteronomio Pentateuco #5; Sotto un cielo straniero; La leggenda del pianista sull’oceano e la Giovine Italia. La rassegna si concluderà con lo spettacolo “il Lungo Viaggio”, che andrà in scena venerdì 30 giugno a Ventimiglia.

“In un contesto come quello attuale crediamo che sia ancora più importante il significato di un evento come il Suq, in cui sono tangibili i valori del dialogo tra culture, dell’incontro e della convivenza pacifica – dice Carla Peirolero, direttrice del Suq Festival – Anche per questo, per lanciare un messaggio forte, la chiusura simbolica dell’edizione 2017 si terrà a Ventimiglia, luogo emblematico delle migrazioni contemporanee”.

I numeri. 11 giorni di Festival a cui si aggiunge poi Ventimiglia, oltre 100 eventi gratuiti tra laboratori, incontri e showcooking. Più di 600 i protagonisti, tra artisti, scrittori, giornalisti, studenti e ristoratori, 53 le persone tra Staff e Artisti della Compagnia SUQ, 40 artigiani e commercianti, 14 cucine. Grandi numeri anche per i social: 33.500 le pagine visitate sul sito durante i giorni del Festival, i post della pagina Facebook (che conta 14.500 fan page) hanno avuto una copertura di 8000 utenti al giorno. Circa 500 i nuovi Soci Suq e, a conferma dell’impegno ecologico del Festival, più di 180.000 stoviglie in Mater – Bi fornite al Suq da Novamont, main sponsor tecnico da parecchi anni.

Chi c’è dietro. Prodotto e organizzato da Chance Eventi – Suq Genova; il Suq Festival vanta i patrocini di UNESCO- Commissione Nazionale Italiana, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Ministero Ambiente e Tutela del Mare, il sostegno di MiBACT e molte partnership istituzionali a cominciare da Comune di Genova, Porto Antico S.p.A., Camera di Commercio di Genova; la Compagnia di San Paolo è il maggior sostenitore della Rassegna Teatrale Teatro del dialogo. Le iniziative di EcoSUQ,vedono in prima fila partner storici come Iren, Novamont e Mater Bi, Amiu, Coop Liguria, Favini e da quest’anno Eco Nano Green Project.Eccezionale la rete di collaborazioni: da Teatri, Musei, Centri Culturali, Consolati a principali Comunità di Immigrati ed Associazioni Umanitarie.

leggi anche
  • Si cambia?
    Nella città dei 1000 festival la “rivoluzione” Marco Bucci fa paura (ma non troppo)