L'addio

Sommozzatore morto a Framura, lunedì alle 14 i funerali nella centrale dei Vigili del Fuoco

Oggi l'autopsia sul corpo di Valerio D'Avino, il 34enne di Sampierdarena stroncato da un malore mentre pescava in apnea

Genova. In attesa che sia effettuata, oggi, l’autopsia da parte del medico legale, si terranno il prossimo lunedì, 12 giugno, nella stazione centrale dei Vigili del Fuoco di Genova a San Benigno, alle 14, i funerali di Valerio D’Avino, il 34enne sommozzatore dei Vigili del Fuoco morto durante una battuta di pesca in apnea a Framura, nella giornata di giovedì scorso.

Il ragazzo, appassionato sia di subacquea sia di alpinismo e arrampicata, come la sua compagna, Sara, incinta di 5 mesi, era originario di Sampierdarena. Era nel corpo speciale dei pompieri da tre anni.

I colleghi e gli amici lo ricordano come “un pezzo di pane”, “una persona meravigliosa”, un “grande sportivo” che non meritava di lasciare il mondo così giovane. Ancora da chiarire completamente le cause del decesso, probabilmente un malore. Giovedì erano stati i Carabinieri della stazione di Deiva Marina a ritrovare il corpo del 34enne dopo l’avviso di scomparsa lanciato dai familiari.