Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Salvini tra i residenti di via Lugo: “Crepe, buche e una frana da dieci anni, basta poco per cambiare” fotogallery

La due giorni del segretario del Carroccio a caccia di voti nei quartieri popolari. "Agli indecisi dico di andare a votare, non decidere è la peggiore delle scelte".

Genova. Matteo Salvini arriva a Genova per portare il suo sostegno al candidato sindaco del centro destra Marco Bucci. Il suo tour comincia dal quartiere di San Teodoro e in particolare da via Lugo dove lo spettacolare panorama sul porto di Genova contrasta con le condizioni delle case popolari che hanno un gran bisogno di manutenzione, dentro e fuori.

Salvini a Genova per il ballottaggio

Il ‘capitano’, così i leghisti chiamano il leader del Carroccio, viene accolto da decine di residenti che gli mostrano le crepe nei muri, i buchi nelle strade e la famosa frana, cioè il muraglione crollato nel 2007, gli appartamenti murati per evitare che gli appartamenti vuoti vengano occupati.

Salvini a Genova per il ballottaggio

Salvini, dopo il tour a Begato di due settimane fa (stessa accoglienza ma poi alla fine ha vinto Crivello) ritorna in un quartiere popolare questa volta quello dell’ex ’Smistamento’, parla con la gente, ascolta i problemi, scherza, fa selfie. E’ il rush finale per il ballottaggio e l’obiettivo è conquistare i quartieri popolari che sono rimasti al centro sinistra. Il centro ovest è uno di questi e via Lugo in particolare (e poco sopra via Bologna) sono storiche roccaforti della sinistra dove la Lega ha tuttavia preso il 15%, rispetto al 4% di cinque anni fa. “Sono ben felice nei mio piccolo di contribuire alla liberazione di una città” dice Salvini ai giornalisti.

“Non facciamo promesse a vanvera ma promettiamo normalità: citofoni, cantine, lotta allo spaccio in quartieri di cui il Comune  si è dimenticato”. Salvini è ironico sulla data del ballottaggio: “Hanno scelto il 25 giugno, ci saranno 62 gradi e le scuole sono ormai chiuse ma dico ai genovesi si spendere 5 minuti per andare a votare. Chiedo di guardare i programmi dei due candidati e anche i loro curriculum e di decidere. Agli indecisi? Chiedo di partecipare perché il sindaco è quello che decide sulle scuole materne, sui parcheggi, sulle tasse per i negozi quindi non decidere per il sindaco è la peggiore delle scelte”.

Guarda l’intervista a Matteo Salvini

Oggi il tour proseguirà con la presentazione del libro di Gianluigi Paragone al ristorante Cavo di vico Falamonica e poi con la festa per ringraziare i sostenitori al Sys di corso Italia. Domani invece il tour sarà per mercati rionali: prima Certosa e poi Marassi.