Quantcast
Tormentone

Il Red Carpet ora unisce Palazzo Tursi e Piazza De Ferrari. Letteralmente

Pronti a essere stesi circa 800 metri di tessuto rosso fiammante tra i due palazzi, di Comune e Regione, ora dello stesso "colore" dopo la vittoria di Marco Bucci

Genova. Quelli nella foto sono i circa 800 metri di acrilico, rigorosamente rosso, che dalle prossime ore collegheranno piazza De Ferrari a palazzo Tursi, attraverso galleria Mazzini o via 25 Aprile, piazza Fontane Marose e via Garibaldi, la Strada Nuova. Il Red Carpet, uno dei protagonisti delle ultime battute di campagna elettorale, diventa letteralmente un fil rouge che unirà l’amministrazione regionale e quella comunale.

Lo ha anticipato il governatore ligure Giovanni Toti. “Il tappeto rosso sarà steso tra i due palazzi – dice – e se avanza qualche metro arriviamo fino a palazzo San Giorgio, sede dell’Autorità portuale, un bellissimo tappeto rosso che unisce le istituzioni”. Non solo sfottò, insomma, anche se qualche sospetto sull’ironia della cosa, all’indomani della vittoria sul centrosinistra, non manca. Anche perché qualche giorno fa l’ormai ex sindaco Marco Doria non aveva voluto concedere alla giunta Toti di stendere il red carpet sulla passeggiata di Nervi per un’iniziativa promozionale sulla campagna estiva del turismo in Liguria.

Comune e Regione, ora, sono dello stesso colore. E, nonostante i tappeti, non è il rosso. Secondo Toti questo pendant si tradurrà in una grande sinergia. “Abbiamo molte cose da fare, abbiamo molte cose da portare a termine che Genova e la Regione aspettano da tempo, a partire da una risistemazione del waterfront, allo sviluppo di piani urbanistici ambiziosi, da capitali del Mediterraneo e non di città di terza fila, al rilancio del terziario alla sinergia con il porto fino alle infrastrutture, che devono correre veloci, e non essere bloccati da mille discussioni come è accaduto in questi anni con la sinistra, lacerata al suo interno”.

Più informazioni
leggi anche
Si è spento Roberto Berselli, lutto a Pietra Ligure
L'insediamento
Genova, il day after: traslochi e grandi manovre a Tursi