Palazzi svelati

Quadri unici e sculture, il Palazzo della Regione diventa una galleria d’arte

Genova. L’altra faccia del Palazzo della Regione, nel cuore di Genova, si rivela oggi, in occasione dell’iniziativa “Palazzi Svelati”: i corridoi, le stanze e gli spazi dove si muove la politica regionale, diventano una galleria  in cui ripercorrere la cultura e l’arte della Liguria, attraverso opere che partono da Domenico Piola, fino alle sculture, che ricordano più da vicino i nostri giorni.

E proprio oggi si potrà ammirare un quadro unico. Si tratta di una delle due opere del Piola, di proprietà di una collezione privata, che rappresentano le tre età dell’uomo e i quattro elementi. Artisticamente importantissime, ma non ancora esaminate dalla critica.

E poi le sculture di Baroni, Galletti, Messina, così come le opere della collezione della Regione, che appartenevano alle aziende di promozione turistica. Interessante, in particolare, una scultura del Baroni, i Trallallero, che ritrae i lavoratori del porto in un momento di festa, mentre cantano.

Quasi 800 persone da questa mattina e fino a metà pomeriggio hanno varcato la soglia del palazzo. “E’ una iniziativa piccola ma di grande valore simbolico per la festa della nostra Repubblica – ha detto il presidente della Regione Giovanni Toti accogliendo i visitatori nel suo ufficio, compreso nell’itinerario di visita – un modo per riavvicinare la gente alle istituzioni. Questo palazzo è di tutti, è sede di
un’istituzione democratica eletta dai cittadini ed è la loro casa, non solo per il 2 giugno”. La festa prosegue con la distribuzione gratuita di gelato tricolore in Piazza De Ferrari e termina alle 21:30 con i fuochi d’artificio in musica.

leggi anche
  • Festa della repubblica
    2 Giugno: a Genova palazzi Svelati, fuochi d’artificio e gelato tricolore
  • Gli appuntamenti
    Street food, sagre e celebrazioni: il 2 giugno a Genova e in provincia
  • #ciaomilano
    Treni assaltati, autostrade invase: Genova e le Riviere da tutto esaurito