Quantcast
Scripta manent

Ogni promessa è debito, Marco Bucci alla prova dei social

Decoro e lotta al degrado uno dei punti cardine del programma del neo sindaco. La rete se lo ricorda e lo aspetta varco

degrado rifiuti

Genova. La campagna elettorale appena conclusasi ha avuto alcune tematiche sicuramente preferenziali, una di queste è quella legata al decoro e alla lotta contro il degrado, presente, con diverse declinazioni, in tutti i programmi elettorali delle parti in corsa.

Ma le promesse, come si dice, diventano debito. Ed è così che da subito, sulla rete, le molte persone che da mesi si spendono per denunciare problemi di decoro della nostra città non tardano a proporsi come osservatori di quanto il nuovo sindaco farà effettivamente.

Uno dei “luoghi virtuali” sul tema più frequentato è senza dubbio “Genova, contro il degrado”, un gruppo Facebook che nel giro di pochi mesi è diventato riferimento (e cassa di risonanza) sulla “bellezza urbana” e le relative mancanze: “Un punto che è stato fondamentale anche nella corsa elettorale del nuovo sindaco – spiega Annamaria Scotto, amministratrice della pagina – Lo ha detto chiaramente, anche quando lo abbiamo incontrato personalmente una settimana fa, e noi oggi siamo qui a prendere le misure di quelle promesse”.

“Il nuovo sindaco, Marco Bucci ha dichiarato di essere molto attento al tema della riqualificazione e della cura del verde – spiega Scotto – tanto che vorrebbe ricreare l’Ente Giardini e Foreste per far gestire da eccellenze comunali il verde pubblico, ha parlato di un gruppo di lavoro dedicato a trovare finanziamenti europei, rivalutazione del patrimonio immobiliare, manutenzione e bellezza. Ora è sindaco”.

Il “monito” arriva attraverso un post caricato nella pagina del gruppo, cliccatissimo e con una buona dose di condivisioni. Ma quali sono le priorità per Genova? “Secondo noi le urgenze sono la gestione dei rifiuti, visto che la spazzatura esce da ovunque, e il diserbo”. Ma non solo: “La principale sfida è la partecipazione – sottolinea Annamaria Scotto – che forse è anche la cosa principale per rendere nuovamente bella la nostra Genova. Deve essere creata una rete tra amministrazione e cittadini per lavorare su questo”.

I primi 100 giorni del nuovo sindaco, quindi, sembrano già decisamente densi: le aspettative sul alcune tematiche sono alte, deluderle potrebbe incrinare rapidamente la fiducia raccolta in queste giorni.

(foto presa dal gruppo Genova, contro il degrado)