Attesa

Precari Amiu: la legge Madia non è più un ostacolo, si proceda con le assunzioni stabili

Lo chiedono al sindaco Marco Doria, all’assessore all’igiene ambientale Italo Porcile e al presidente di Amiu Marco Castagna i sindacati Fit Cisl, Uiltrasporti e Fiadel

Genova. Ora che la modifica alla cosiddetta Legge Madia è arrivata non ci sono più alibi. Amiu deve assumere i 31 precari ancora non regolarizzati.

Lo chiedono al sindaco di Genova Marco Doria, all’assessore all’igiene ambientale Italo Porcile e al presidente di Amiu Marco Castagna i sindacati Fit Cisl, Uiltrasporti e Fiadel. La richiesta è quella di un’assunzione a tempo indeterminato delle lavoratrici e lavoratori presenti in graduatoria per lo spazzamento della città. Richiesta che viene ulteriormente prevista nella delibera comunale dell’aprile 2016 che autorizza Amiu a procedere a queste necessarie assunzioni.

“La carenza di personale operativo in Amiu sta creando enormi problemi alla pulizia e al decoro della nostra città – spiegano i sindacati – che, nel periodo estivo, moltiplica le criticità e rende ancora più sgradevole il contesto”.

L’assunzione dei 31 precari era uno dei punti contenuti nella delibera d’indirizzo della giunta Doria in merito all’aggregazione di Amiu e Iren, delibera che, nella sua versione definitiva, era stata poi ritirata per mancanza di voti sufficienti in consiglio comunale.

Più informazioni