Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Polisportiva Sturla: il salvamento conquista la Serie A

Genova. A Riccione i Campionati italiani di categoria di salvamento sorridono alla Sportiva Sturla, nuovamente campione d’Italia tra gli Juniores, terza a livello Seniores e quarta tra i Cadetti. Il sodalizio biancoverde si piazza anche al quinto posto nei tricolori assoluti a squadre.

Dal mare alla piscina, si allarga il già cospicuo bottino di titoli e medaglie anche a livello individuale e staffette. Tutto questo all’interno di una manifestazione con cinque giorni ininterrotti di gare dalla mattina alla sera: due di categoria in mare e sulla spiaggia, due assoluti sempre in mare e sulla spiaggia, il quinto giorno assoluto in piscina.

Soddisfazione per la Sportiva Sturla, presente con ben 30 atleti, di cui molti giovani alle prime esperienze. Per i tricolori di categoria, brilla Carlotta Tortello con il secondo posto. Ecco gli altri piazzamenti: 8° Matilde Piatti, 10° Lorenzo La Magna, 10° Martina Repetto, 10° Giorgio Santucci, 11° Enrico Guidi. Martina Repetto è campionessa d’Italia nella prova di bandierine sulla spiaggia, Tortello nuovamente seconda e poi ben figurano, entrambi quarti, Giulia Ghiani e Guido Parodi. Ecco le altre posizioni raggiunte dagli sturlini: 8° Sara Ansaldo, 13° Lorenzo La Magna, 15° Simone Marangon. Lorenzo La Magna conquista il successo nel percorso con la tavola. Quarta Carlotta Tortello, 6° Giorgio Santucci, 7° Matilde Piattim ottave Sara Ansaldo e Martina Repetto, 11° Simone Marangon, dodicesimi Gianluca Bellan e Lorenzo Taffone, 14° Federico Provvedi, 15° Giulia Ghiani, sedicesimi Rita Puhar e Guido Parodi. I 90 metri sprint sulla spiaggia premiano Martina Repetto, seconda, mentre Carlotta Tortello è quarta, Matilde Piatti quinta, Gianluca Bellan ottavo, Guido Parodi, Rita Puhar e Lorenzo Rabacchi noni, Giulia Ghiani dodicesima.

Per il campionato a squadre, questa volta assoluto e valido per la classifica dello scudetto nazionale, il bronzo nel percorso con la tavola firmato da Martina Repetto. Decimi Lorenzo La Magna e Carlotta Tortello, tredicesimo Simone Marangon. Nei 90 metri sprint sulla spiaggia bronzo per Martina Repetto e tredicesimo Gianluca Bellan. L’Ocean vede, in evidenza, Lorenzo La Magna (argento). Bandierine sulla Spiaggia: 5° Carlotta Tortello e 8° Simone Marangon. Percorso con la Canoa: 8° Lorenzo La Magna, quattordicesimi Lorenzo Durlicco e Matilde Piatti. Nei 4×90 sprint, argento per la staffetta di Repetto, Piatti, Ansaldo e Tortello. Quinti Marangon, Provvedi, Bellan, Ponte. Terza la staffetta ocean di Santucci, Marangon, La Magna e Bellan. Nel salvataggio con la tavola, quinta pizza per La Magna e Marangon. Nel salvataggio con il torpedo ecco i risultati delle staffette Sportiva Sturla: ottavi Piatti, Repetto, Ghiani, Tortello, noni Santucci, Durlicco, Marangon, La Magna.

Nel quinto e ultimo giorno di gare, Andrea Ponte e Simone Marangon sono campioni d’Italia assoluti nella Line Throw. Ecco tutti gli altri piazzamenti: 7° Ghiani, Repetto, Piatti, Tortello nella 4×50 mista, 9° La Magna, Santucci, Marangon, Durlicco nella 4×25 manichino, 9° Ansaldo, Ghiani, Tortello, Piatti nella 4×25 manichino, 12° Tortello, Ghiani, Piatti, Repetto nella 4×50 ostacoli, 15° Marangon, Santucci, La Magna, Guidi nella 4×50 ostacoli, 8° Martina Repetto nei 100 metri con pinne, 10° Martina Repetto nei 100 metri con pinne e torpedo, 11° Lorenzo Durlicco nei 100 metri con pinne e torpedo, 15° Giulia Ghiani nei 50 metri trasporto manichino.

Grazie a tutti questi risultati, alla fine di cinque giorni di gare estenuanti, lo Sturla conquista la tanto ambita serie A per la prossima stagione, portando a casa un bel bottino di medaglie e risultati sempre più incoraggianti per il futuro.

“In 25 anni di carriera nel settore posso dire che questa è stata la competizione più lunga e faticosa di sempre, almeno per noi piccoli club, perchè alcune grandi squadre giunte davanti a noi hanno tesserato per l’occasione i corridori dell’atletica leggera per le prove sulla spiaggia, i canoisti per le prove con la canoa e coinvolto alcuni atleti del nuoto agonistico per le prove in piscina dell’ultimo giorno – spiega il responsabile tecnico Fabio Gardella – Nelle piccole realtà come la nostra tutto questo è difficile da attuare e gli stessi atleti imparano negli anni a coprire diversi ruoli in base alle esigenze della squadra e alle loro doti migliori. Possiamo dire comunque che tutti gli obiettivi prefissati sono stati centrati, nonostante l’assenza di uno dei nostri atleti di punta in piscina, Andrea Negrotto, rimasto a casa per infortunio: i compagni si sono veramente sacrificati per cercare di limitare l’incalzare di alcuni Club che dalla serie B gara dopo gara si avvicinavano grazie ai freschi nuotatori, chiudendo al 7° posto Assoluto nella classifica per lo Scudetto nazionale, alle spalle di Rane Rosse, Fiamme Oro Roma, Amici Nuoto Riva, Marina Militare, RN Torino e Safa 2000″