Chi vince e chi perde

Municipi, stop al monopolio: Centro Est, Levante e Medio Levante passano al centro destra

A Levante torna l'ex carabiniere in quota FdI Francesco Carleo, nel Centro Est Andrea Carratù (Lega Nord) sopra il 40%. Degli uscenti riconfermato Ferrante (Bassa Valbisagno), bocciato Morgante (Medio Levante)

La storia di Rossella Rasulli, alla ricerca delle origini della sua famiglia

Genova. Il centro sinistra dice addio al monopolio sui Municipi e ne perde tre su nove. Se due (Levante e Medio Levante) osservando anche i voti a livello comunale potevano essere piuttosto scontati, nel delicatissimo Municipio Centro – Est, quello che comprende il centro storico , ma insieme anche i quartieri di Oregina, Castelletto, Carignano, Lagaccio, il centro sinistra in parte il patatrac lo ha fatto da solo con l’inspiegabile divisione in due liste a causa di polemiche interne tra Genova Cambia dell’ex presidente del municipio Simone Leoncini che ha lanciato la candidatura di Luca Curtaz e A Sinistra che ha candidato Paola Bellotti sostenuta anche dal Pd.

Il risultato? Che i due candidati insieme non riescono a sommare i voti del leghista e cognato di Edoardo Rixi Andrea Carratù che prende lo scettro del municipio Centro Est con il 40,37% dei voti e 13.755 preferenze.
Bellotti si ferma al 32,39% con poco più di 11 mila preferenze mentre Luca Curtaz raccoglie solo 1.487 preferenze con una percentuale del 4,36%.

A Levante l’ex presidente di centro destra Francesco Carleo torna a guidare il municipio con il 44,45% dei voti (lo sfidante Michele Raffaelli si ferma al 33,58%) mentre nel Medio Levante Francesco Vesco del centro destra con il 50,44% dei voti prende il posto del presidente uscente Alessandro Morgante che si ferma al 31,58%.

Il centro sinistra si conferma alla guida dei municipi del Ponente con Claudio Chiarotti (41,8%) che prende il posto di Mauro Avvenente, del Medio Ponente con Mario Bianchi (40,25%) al posto di Giuseppe Spatola, il Centro Ovest con Monica Russo (35,81%) che per un soffio riesce a tenere il municipio che era di Franco Marenco (l’avversaria di centro destra Lucia Gaglianese si ferma al 33,55%).

Resta nel campo del centro sinistra anche la Valpolcevera con Federico Romeo che prende il posto di Iole Murruni (che era passata dal Pd a Rete a sinistra e poi a sinistra italiana). Tiene anche la Valbisagno dove nella “bassa” il presidente uscente Massimo Ferrante conserva il posto per il bis (con il 38,54% dei voti), mentre nella Media Valbisagno Roberto D’Avolio la spunta per un soffio (35,49%) su Cristina Scarfogliero (33,82%).

leggi anche
mappa preferenze genova primo turno
L'analisi
Il voto nei quartieri: Bucci è già “sindaco” ad Albaro, Crivello resta forte in periferia
genova cortile palazzo tursi
I numeri
Ecco come sarà diviso il nuovo consiglio comunale di Genova
palazzo tursi comune genova
Il quadro
Consiglio comunale, conferme e new entry: ecco chi siederà in Aula Rossa secondo i due scenari
municipi grafico
L'analisi
Roccaforti rosse (insidiate), cinquestelle in crescita e il vento di destra: il voto nei Municipi
municipi grafico
Il caso
Municipi, dopo il Centro Ovest tutti i “parlamentini” a sinistra rischiano il commissariamento

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.