Martedì 20 giugno

Giornata mondiale del rifugiato, ai Luzzati arriva Frankie hi-nrg

L'evento promosso dall'alleanza delle cooperative

Genova. In occasione della giornata mondiale del Rifugiato, martedì 20 giugno arriva a Genova Frankie hi-nrg in uno show case per festeggiare la buona accoglienza cooperativa. Titolo: “Potere alla parola! La buona accoglienza (non è un film)”.

L’artista, da tempo sostenitore di ACRA e di Emergency, appena rientrato da un viaggio umanitario in Senegal, incontrerà negli alloggi, nei laboratori di inserimento lavorativo e nelle scuole di italiano gli ospiti stranieri e il dialogo fra loro verrà registrato per la realizzazione di un video che resterà come memoria di questa importante giornata per Genova.

Frankie hi-nrg mc si esibirà in una performance di tipo “Live Showcase” nella quale, accompagnato da un DJ, ripropone i suoi grandi successi: “Quelli che benpensano”, “Fight da faida”, “Pedala” e molti altri. Ai Giardini Luzzati – Spazio Comune la non-stop dal titolo “Potere alla parola! La buona accoglienza (Non è un film)” (citazione della canzone scritta da Frankie hi-nrg mc per Fiorella Mannoia e vincitrice della decima edizione del Premio Amnesty Italia) partità dalle ore 18.

Precedono, nel pomeriggio la visita del musicista negli alloggi, nei laboratori di inserimento lavorativo (cucina, sartoria, artigiano) e nelle scuole di italiano gli ospiti stranieri e il dialogo fra loro verrà registrato per la realizzazione di un video che resterà come memoria di questa importante giornata per Genova: alle ore 18.00 la proiezione del video reportage a cura di Pascal Bernhardt, che racconta delle pratiche di Buona Accoglienza ligure. Si prosegue, alle ore 19, con la musica di Escobar e Refugees con rapper genovesi e rifugiati, alle ore 21 la rottura del digiuno per il Ramadan.

Alle 21.30 lo show case di Frankie hi-nrg mc, testimone d’eccezione per la sensibilizzazione delle pratiche della Buona Accoglienza cooperativa. “L’integrazione è la vera frontiera del progresso: quando le idee buone del villaggio e della città collaborano per vivere tutti meglio”, dichiara l’artista.

“Il nostro evento decollerà già dalle ore 18.00 con la testimonianza dei cooperatori per raccontare un anno molto difficile sul fronte dell’accoglienza che ha visto però un salto di qualità nel rapporto che i lavoratori delle nostre imprese hanno saputo creare con i rifugiati – spiega Alessandro Frega per l’Alleanza delle Cooperative – il nostro obiettivo è quello di creare una serie di Sportelli sul territorio che mettano in relazione i residenti con coloro che vengono accolti. Un modo per mettere a sistema i diritti di ciascuno, dando un seguito efficace alla Carta della Buona Accoglienza firmata come Alleanza delle Cooperative lo scorso anno”.