Il bilancio

Genova: arresti, sequestri di droga e armi e locali della “movida” passati al setaccio

Giro di vite sulla sicurezza, dal centro alle periferie

Genova. Arresti, chili di droga e armi sequestrate, un sessantina di denunce e i locali della “movida” passati al setaccio. E’ questo il bilancio dell’operazione “Periferie Sicure”, messa in atto nel periodo dal 28 maggio al 3 giugno a Genova con l’impiego congiunto di 600 uomini della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia Municipale di Genova e dell’Esercito.

In totale sono stati sequestrati circa 2 chili e mezzo di eroina, 238 grammi di cocaina, 768 grammi di hashish e 87 di marijuana. Sono inoltre state arrestate 19 persone per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio e per la commissione di reati predatori (furti, rapine e altri reati contro la persona) ed altre 60 sono state denunciate.

Nel corso dei servizi sono state sanzionate amministrativamente 10 persone per detenzione di stupefacenti a fini di uso personale e altre 4 persone sono state sanzionate per ubriachezza. Durante i controlli sono state anche sequestrate 2 armi da fuoco e 1 pistola elettrica taser.

La seconda parte della settimana è stata dedicata alle aree interessate dalla “movida”, dove sono stati eseguiti controlli da parte di personale specializzato, anche di carattere amministrativo, che hanno coinvolto 59 esercizi commerciali, tra cui locali di intrattenimento e sale giochi.