Culmv

Genova, 30 giugno: il convegno Cgil su “antifascismo e lavoro”

cGenova. Venerdì 30 giugno alle ore 16 presso la sala Luigi Rum della Compagnia Unica in piazzale San Benigno, la Camera del Lavoro di Genova organizza un convegno dal titolo: “Antifascismo e lavoro: nelle nostre radici il nostro futuro”.

“La storia del nostro Paese è densa di avvenimenti nei quali proprio il mondo del lavoro si è dovuto misurare spesso in prove difficili, a partire dalla difesa della democrazia dentro e fuori i luoghi di lavoro – spiega la Camera del Lavoro genovese – Ieri come oggi, la democrazia e il livello di civiltà di un paese si misurano anche e soprattutto da quanta democrazia e civiltà c’è nei luoghi in cui si produce, dove donne e uomini concorrono a formare il benessere di una collettività. Occorre riaffermare i principi stabiliti dalla Costituzione in tema di lavoro, cancellati dalle recenti leggi; occorre che la Costituzione rientri nei posti di lavoro ed ecco perché la Carta Universale dei Diritti del lavoro, attualmente all’attenzione del Parlamento, sarà oggetto della discussione di venerdì dove interverranno Luca Borzani con una relazione su Antonio Gramsci a 80 anni dalla morte, Fabrizio Loreto sui 70 anni dalla strage di Portella della Ginestra e Marco Doria sulla storia, i cambiamenti e i valori del 30 giugno”.

Il convegno sarà anche l’occasione per presentare la nuova edizione del libro di Fabrizio Loreto “Storia della Cgil dalle origini a oggi”. Il volume racconta in modo sintetico e divulgativo la storia centenaria della Confederazione generale italiana del lavoro, collocandola all’interno della più generale vicenda italiana, fatta di avvenimenti politici, trasformazioni economiche, mutamenti sociali e culturali. Il testo si compone di quattro parti: la CGdL e l’età liberale; la CGdL e il fascismo, che esamina il ventennio della dittatura; la CGIL e la costruzione della democrazia, dal secondo dopoguerra agli anni Sessanta; la CGIL nella crisi italiana e globale, a partire dalla crisi degli anni Settanta sino ai primi anni del nuovo millennio. I lavori saranno conclusi da Vincenzo Colla Segretario nazionale Cgil.

Più informazioni
leggi anche
  • Antifascismo
    30 giugno, corteo antifascista contro decreto Minniti e Daspo urbano
  • Il racconto
    “Quel giorno compresi che le lotte dal basso potevano portare a risultati quasi impossibili”