Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova 2017, Ariotti (Lega): “Il Poliambulatorio al Cep può diventare realtà”

Più informazioni su

Genova. Si è parlato per molto tempo di un “Poliambulatorio” al Cep, per venire incontro alle esigenze della popolazione del quartiere, soprattutto la fascia più anziana dei residenti, che potrebbe usufruire di un servizio medico sotto casa e di una struttura moderna e all’avanguardia.

In merito Ariotti, candidato al Consiglio Comunale, nato e cresciuto in quel quartiere, dichiara:” Il comitato di Quartiere ha raccolto molte firme per chiedere una nuova struttura sanitaria, ma una casa della salute al Cep rimane un’opera di difficile realizzazione, è però possibile realizzare una struttura che riunisca più studi medici collocati al piano terra, accessibile facilmente a tutti e completa di tutti i requisiti necessari per poter accogliere al meglio i pazienti e far lavorare i medici con adeguate strumentazioni. Tale struttura metterà fine alla attuale situazione di precarietà, che obbliga i residenti a lunghi viaggi o ad essere visitati in strutture non idonee e difficilmente accessibili.”

Riguardo alla fattibilità del progetto continua Ariotti:” la struttura è già stata individuata, si tratta dell’ex Conad in Via Due Dicembre 1944, nella cosiddetta “piazza”. Qui sono già presenti alcuni commercianti che da anni si battono per rendere vivo il quartiere, sopratutto in questi tempi, con una età media degli abitanti sempre più alta e quindi nuove esigenze. Nel quartiere risiedono molte persone ed è giusto che abbiano a disposizione strutture e servizi adeguati. Il progetto può decollare grazie alla collaborazione della Regione, di Arte e di investitori privati che si sono già resi disponibili”.

Conclude Ariotti: “Nei prossimi giorni ci saranno ulteriori sviluppi, personalmente mi sono limitato a mettere in contatto le parti interessate per poter avviare questo importante progetto, ma ritengo che la presenza sul territorio e l’ascolto dei cittadini siano la base del successo di queste iniziative.”