Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Galliera, pronto soccorso torna alla normalità, ma si infiamma la polemica politica

Nella giornata di oggi le sale di attesa degli ospedali genovesi sono tornate nella normalità dopo la "super affluenza" dovuta alla calura di queste ore

Genova. L’improvvisa ondata di caldo delle ultime ora ha messo a dura prova il sistema di ricezione ospedaliera genovese; ma quella che sembrava un’emergenza, nei fatti, è subito rientrata. “Oggi la situazione è tornata nella normalità – fa sapere Giuliano Lo Pinto, Direttore Sanitario del Galliera – con una rotazione dei letti che si attesta sulla cifra standard di cinque ore”.

Nei giorni scorsi, infatti, con il termometro in salita, molte persone, soprattutto anziane, hanno fatto richiesta di assistenza presso i pronto soccorso della città, creando qualche disagio nelle sale di attesa dei principali ospedali cittadini. Oggi, però, i disagi si sono esauriti: “Dalla mezzanotte fino alle 16 di oggi – spiegano dal Galliera – abbiamo registrato due codici rossi, 22 gialli, 65 verdi e 15 bianchi, cifre definibili normali per Genova”.

A seguito dei disagi, sono arrivati gli attacchi politici delle opposizioni in Regione: “Non si tratta di episodi sporadici ma ci troviamo di fronte a un sistema sbagliato di programmazione e organizzazione”. Queste le parole di Raffaella Paita, Partito Democratico, mentre il M5s sottolinea come “Di sporadico ormai ci siano solo i giorni in cui non si verifica un’emergenza”.

“Gli incontri con l’assessore Sonia Viale sono periodici e costanti – ha assicurato Lo Pinto – e l’intenzione è quella di coordinare tutte le strutture ospedaliere genovesi per “preparare” al meglio l’arrivo dell’estate”.

Regione Liguria getta acqua sul fuoco, portando i dati sistemici dell’area metropolitana genovese: “La fotografia della situazione attuale indica un calo costante e omogeneo dell’indicatore di sovraffollamento delle barelle (denominato ‘barelle alle ore 8.00’) rispetto al periodo epidemico dell’influenza nei Pronto soccorso dell’area metropolitana genovese. In particolare, al Policlinico San Martino si è passati da una media di 32 barelle nel periodo post epidemia influenzale a una media attuale di 29 barelle; al Galliera si è scesi da una media di 22 a 20 barelle mentre al Villa Scassi la media è diminuita da 22 a 16 barelle”.

Stando ai dati forniti da Piazza De Ferrari, si registra un trend in diminuzione degli accessi sia dei codici rossi sia dei codici gialli, legato alla sempre più corretta e omogenea attribuzione dei codici di emergenza. Tutti i codici rossi e gialli vengono trattati rigorosamente nei tempi previsti dai protocolli nazionali. “Anche sotto questo profilo – aggiunge la vicepresidente Viale – il merito va al nostro personale medico e infermieristico, che sta garantendo risposte concrete in termini di obiettivi raggiunti e rispetto di quei parametri sui quali si misura l’efficienza del sistema.