Dalle mazze da golf agli occhiali

Evade dai domiciliari dopo la lite con la compagna, sotto il letto il bottino dei furti: arrestato

In casa, borse da donna, portafogli, occhiali da vista, 2 set completi di mazze da golf, una telecamera professionale, 5 telefoni cellulari, uno smartphone e un Ipad, nascosti sotto il letto e in un anfratto del muro.

Genova. L’evasione dai domiciliari (per aggredire la compagna in strada) gli è costata, oltre all’arresto, anche una denuncia per ricettazione.

E’ stata la stessa compagna dopo la furiosa lite a chiamare la polizia e a farlo arrestare. La donna infatti, per sfuggire alla furia dell’uomo, è scappata in strada, dove poi è stata soccorsa dagli agenti.

Poco dopo è sopraggiunto il 30enne, ben conosciuto dai poliziotti per i suoi numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e perché sottoposto al regime degli arresti domiciliari. Condotto in Questura, è stato arrestato per evasione.

Gli agenti hanno anche perquisito l’abitazione, sequestrando merce sospetta: borse da donna, portafogli, occhiali da vista, 2 set completi di mazze da golf, una telecamera professionale, 5 telefoni cellulari, uno smartphone e un Ipad, nascosti sotto il letto e in un anfratto del muro.

Di uno dei telefoni cellulari è stato rintracciato il legittimo proprietario, a cui è stato restituito. Il 30enne è stato pertanto denunciato per ricettazione.

Più informazioni