Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Emergenza carcere, scongiurato incendio a Marassi. Appello a Bucci

La risposta del sindaco: "Ci muoveremo quanto prima per renderci conto delle difficoltà che le strutture presentano"

Più informazioni su

Genova. Troppe, tante le problematiche che affliggono le carceri genovesi di Marassi e Pontedecimo. E il segretario regionale della polizia penitenziaria Uil, Fabio Pagani, invita il neo sindaco Marco Bucci a visitare i due penitenziari.

“Le problematiche e le criticità dei due istituti genovesi non possono non essere posti all’attenzione del primo cittadino di Genova – commenta Pagani – è in gioco la sicurezza dell’Intera città. I nostri allarmi saranno sicuramente recepiti dal Sindaco Bucci che non tarderà a convocare, quanto prima, presso Palazzo Tursi, un incontro con i sindacati della Polizia Penitenziaria.

Proprio ieri per la cronaca – aggiunge il sindacalista Uil – a Marassi, un detenuto italiano con gravi distrurbi psichici, verso le 20.00 ha dato fuoco alla cella e solo il pronto intervento degli agenti ha salvato i detenuti dalle fiamme e dai fumi. Fortunatamente l’immediatezza dell’azione ha scongiurato un epilogo più grave tanto che non si registrano feriti né intossicati e non è stato nemmeno necessario evacuare gli ambienti. La situazione è decisamente sempre più allarmante, infatti, su una capienza di 456 posti, allo stato sono presenti ben 680 detenuti, dall’inizio dell’anno ad oggi si sono verificati, 4 tentativi di suicidio, 33 atti di autolesionismo e 5 aggressioni ai danni dei poliziotti penitenziari, conquistando così il triste primato, sull’intero territorio nazionale, di aggressioni nei confronti dei baschi blu”. Non dissimile la condizione nel carcere di Pontedecimo, dove la capienza massima di 96 posti “è ampiamente superata vista la presenza di 130 detenuti”.

Il sindaco Marco Bucci ha risposto a stretto giro: “Raccolgo volentieri l’invito dei rappresentati sindacali degli agenti di polizia penitenziaria che chiedono alla nuova amministrazione comunale di interessarsi ai problemi legati alla sicurezza delle carceri di Marassi e Pontedecimo. Per quanto possa essere di nostra competenza, ci muoveremo quanto prima per renderci conto delle difficoltà che le strutture presentano e delle ripercussioni che le stesse possono avere sulla città. Lo faremo dopo aver incontrato i direttori delle due strutture carcerarie”.