Le proposte

Dal bonus bebè ai locali gratuiti per le onlus: Bucci presenta il ‘patto per il sociale’

Tra le priorità anche la green card per il giovani e nuovi strumenti per l'assistenza domiciliare. Le risorse? "Le recupereremo dagli interessi passivi!

Genova. Un patto per tutelare la famiglia, i giovani, gli anziani e i disabili. Lo propone il candidato sindaco del centrodestra Marco Bucci che ha definito sette obiettivi prioritari su un tema importante per la prossima amministrazione cittadina.

“La famiglia è al centro del nostro programma di governo per Genova – sostiene Marco Bucci –. È il pilastro su cui si sviluppano le comunità locali, il sistema educativo, il benessere sociale ed economico. Il primo obiettivo in questa direzione sarà la creazione dell’Agenzia per la Famiglia, che coordinerà l’attuazione delle politiche per la famiglia e sarà il punto di contatto tra pubblico, privati, associazioni e aziende”. Impegno della futura amministrazione sarà anche quello di aumentare la quota di bilancio pari al 4% che il Comune di Genova destina al sociale, quota insufficiente per far fronte alle necessità del settore: “Noi vogliamo arrivare almeno al 6-7%” dice il candidato sindaco del centro destra.

Come finanziare questo incremento degli investimenti? “Le prenderemo dagli interessi passivi che il Comune paga ogni anno e posso essere ridefiniti liberando risorse da destinare appunto al sociale” spiega Bucci.

Tra gli altri interventi a sostegno del benessere familiare, anche un “bonus bebè” ai nuovi nati, per i genitori che risiedono nel Comune da almeno 5 anni, e ulteriori forme di contributi economici alle coppie di giovani sposi.

Tra le altre iniziative, la creazione di una Green Card dedicata ai giovani e una Silver Card dedicata agli anziani. La “Carta verde,” per i giovani dai 15 ai 29 anni sarà una prepagata che offre, oltre a una serie di agevolazioni di carattere culturale, ricreativo, sportivo, turistico e commerciale, anche un conto corrente online con Home Banking e Circuito di Credito; il Comune la userà come premio per i giovani impegnati in attività socialmente utili e durante le emergenze. La “Carta argento”, invece, oltre ai vantaggi della Green card, sarà integrabile con servizi sanitari e sociali. Il Comune, in collaborazione con le Asl, potenzierà gli interventi di assistenza domiciliare integrata, ossia quelle prestazioni socio-assistenziali e sanitarie erogate a domicilio a favore di anziani parzialmente o non autosufficienti.

Particolare attenzione sarà rivolta al benessere dei disabili e delle famiglie che li hanno in cura: “Svilupperemo un Servizio di Pronto intervento Handicap, in collaborazione con le associazioni di volontariato. Attiveremo postazioni in grado di far fronte a situazioni non prevedibili da parte di chi assiste la persona con disagio psichico grave o con gravi difficoltà motorie – spiega Marco Bucci –; questo si concretizza nell’aiuto per l’acquisto di farmaci, la spesa o il semplice accompagnamento a visite o passeggiate”.

Infine, per facilitare il lavoro delle associazioni di volontariato, il Comune provvederà ad assegnare locali di sua proprietà in comodato d’uso gratuito alle Onlus: “L’amministrazione comunale ha in dote molti locali che rimangono vuoti. Uno spreco se pensiamo a quante associazioni di volontariato, importanti presìdi sul territorio, faticano ad avere degli spazi per le loro attività”.