Hockey su prato

Cus Genova Hockey: sfuma ancora il sogno promozione

Biancorossi che giocano una buona finale, terminando senza sconfitte, ma non basta. Come l'anno scorso gioiscono gli altri. Arrivano comunque segnali incoraggianti in vista dell'anno prossimo

Il Cus Genova Hockey non è riuscito a centrare la promozione in serie A2 nonostante un girone finale giocato alla grande e concluso senza neanche una sconfitta. I biancorossi si sono ritrovati come avversari l’Hc Valchisone, l’Ht Uras e l’Hc Ragusa.

Decisivi ai fini della classifica finale sono stati i due pareggi consecutivi nelle altrettante prime uscite. Contro il Valchisone (che risulterà poi il vincitore del girone), i cussini giocano un primo tempo molto combattuto, conclusosi sullo 0-0. Nella ripresa invece Zerbino rimedia a una falsa partenza dei genovesi andati sotto per ben due volte, sfiorando una vittoria che sarebbe stata, si saprà alla fine, decisiva.

Dopo il 2-2 dell’esordio, a Villar Perosa gli universitari hanno affrontato l’Uras fornendo paradossalmente una prestazione meno brillante del giorno prima, ma andando in vantaggio ancora con Zerbino. Col passare dei minuti, però la brillantezza dei biancorossi è scemata fino ad incassare il pari con cui si concluderà la gara.

Nella terza gara di settimana arriva finalmente la vittoria contro i siciliani del Ragusa, anche se inutile, visto che il Vachisone non sbaglierà l’occasione contro l’Uras. In ogni caso si gioca con un gran caldo e il primo tempo scorre lento, con due guizzi, uno per parte, che consentono a Danese di sbloccarsi in queste finali. Nel secondo tempo i ragazzi di mister Ferrero trovano le reti di Tollini e del “solito” Zerbino che fissano il punteggio sul 3-1.

La consolazione dei genovesi sta nella consapevolezza di non essere arrivato in finale per caso, essendo il secondo anno consecutivo in cui ciò avviene, ma anche con il premio di miglior portiere consegnato a Zero. L’anno prossimo ci sarà la possibilità di puntare in alto con la consapevolezza di poter essere ancora portagonisti.