Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Crivello, deluso dal risultato, si tira su le maniche: “Da domani si riparte da zero a zero” fotogallery

"Lavoreremo sugli indecisi e gli scontenti" - dice il candidato del centrosinistra - "Affluenza sotto il 50% sconfitta per tutti"

Genova. Un candidato in affanno, arrabbiato, deluso. Gianni Crivello, prima ancora che dal risultato che, alle 2e30 lo vede andare al ballottaggio con il 33.8% contro il 37.3% del suo avversario di centrodestra Marco Bucci, è deluso per il dato relativo all’affluenza degli elettori. Un’affluenza che si ferma nettamente sotto al 50% e, a Genova, non era mai successo. “Considero il dato dell’affluenza una sconfitta per tutti, perché nella nostra città se so vota sotto il 50% è una sconfitta per tutti”.

Elezioni amministrative Genova primo turno

Camicia fuori dai pantaloni, l’ex assessore della giunta Doria inizia a parlare ai giornalisti con un “alua”, e dopo aver parlato dell’astensionismo lancia un messaggio al centrodestra: “Parlano di risultato storico, bene, i risultati storici li vedremo semmai il 25 giugno, non prima”.

Per Crivello la partita inizia adesso. “Si parte da zero a zero – dice Crivello – nelle prossime settimane lavoreremo con i nostri candidati e le forze della coalizione per convincere gli indecisi e gli scontenti. Sono molti”. Certo, si punterà a recuperare qualcosa anche tra quel 20% che, al primo turno, ha preferito Luca Pirondini (M5S) o Paolo Putti, che era sostenuto da molte forze del centrosinistra.

Come fare a convincerli? “Recuperando un rapporto di fiducia che ha subito una battuta d’arresto tra istituzioni, forze politiche e cittadini” e magari aggiustando il tiro su alcuni temi. Primo fra tutti quello della sicurezza. “Noi seguiamo le nostre idee, non inseguiamo gli altri, ma ascolteremo il grido d’allarme dei cittadini se c’è stato, io penso che qualcuno su questi temi abbia lanciato benzina sul fuoco”.

Gianni Crivello scarta anche le polemiche sul mancato arrivo di Matteo Renzi durante la prima fase di campagna elettorale. “Se nei prossimi giorni arriva bene, altrimenti me ne farò una ragione”. Campagna elettorale che “lo sapete, è iniziata sottotono, in maniera soft, e poi è cresciuta, abbiamo battuto il territorio e in queste due settimane continueremo a farlo, proponendo le nostre idee, non roboanti, non inverosimili, per rilanciare la città”.