Quantcast
La nota

Corteo antifascista, SI risponde a Plinio e Campanella: “Apologia di libertà e democrazia”

Genova. “Alle gravi e irresponsabili dichiarazioni degli esponenti di Fratelli d’Italia, Plinio e Campanella rispondiamo che ricordare il 30 giugno 1960 a Genova è sì apologia, ma apologia di libertà, civiltà e democrazia. E non vi rinunceremo”. Inizia così la nota della segreteria di Sinistra Italiana in risposta alle “gravi e irresponsabili dichiarazioni degli esponenti di Fratelli d’Italia”.

“Ancora ebbri per l’inatteso risultato elettorale, i due esponenti dell’estrema destra locale smettono gli estemporanei abiti degli uomini delle Istituzioni, rivolgendosi al Prefetto perché impedisca lo svolgimento della manifestazione prevista a Genova il prossimo venerdì – si legge -Dietro l’alibi di non documentabili ‘rischi di incidenti e danneggiamenti’, evocati soltanto per alimentare un clima di tensione e semmai giustificare il pericolo di provocazioni, i due dirigenti della destra post fascista genovese, svelano il loro livore verso una delle pagine più nobili della storia cittadina: l’avvio delle mobilitazioni che, con un drammatico tributo di sangue tra le fila dei democratici e degli antifascisti, hanno impedito lo sdoganamento dell’allora partito fascista e il suo ingresso nell’area di governo”.

“Il 30 giugno 1960, a partire da Genova, venne sconfitto chi voleva derubricare la Repubblica nata dalla Resistenza; forgiata sull’antifascismo e costruita intorno al dettato della sua Costituzione.
Oggi quei valori sono attuali come allora. L’imperversare in tutto il continente di politiche fondate sull’odio e sul rancore, l’emergere di pratiche e sottoculture razziste, omofobe, esercitate contro le parti più povere e più deboli della popolazione, espongono noi e le generazioni future al rischio del sopravvenire di modelli sociali barbari, ingiusti, pericolosi e respingenti.

Noi non ci arrenderemo a quest’evenienza. Ricordare il 30 giugno, pertanto, per noi di Sinistra Italiana, è si apologia, ma apologia di libertà, civiltà e democrazia. E non vi rinunceremo”, la conclusione.

leggi anche
  • Polemica
    Plinio e Campanella (Fdi) all’attacco del corteo antifascista del 30 giugno (1960 e 2017)
  • Antifascismo
    30 giugno, corteo antifascista contro decreto Minniti e Daspo urbano