Arrestato

Carabinieri si travestono da fattorini e smascherano un truffatore

L'uomo, 54 anni, di Genova, diceva di essere un imprenditore torinese e così stipulava contratti per la fornitura di tablet, cellulari e computer senza poi pagarli

Genova. Raccontava di essere il presidente di un’azienda con sede a Torino e riusciva a farsi intestare contratti per la fornitura di apparecchiature telefoniche, cellulari e tablet, ma i dipendenti di un centro Vodafone a Genova, e il loro dipartimento Securuty, si sono insospettiti e hanno fatto scattare l’operazione per smascherare il truffatore grazie all’intervento dei Carabinieri.

Un uomo di 54 anni è stato quindi arrestato con l’accusa di truffa e sostituzione di persona. Alcuni militari dell’Arma di sono travestisti da addetti alla consegna, da fattorini, e hanno finto di consegnare al sedicente imprenditore i prodotti pattuiti.

Nel momento dello scambio della merce, però, lo hanno bloccato. Il valore dei prodotti era di circa 6.500 euro ma la fattura sarebbe arrivata, probabilmente, al vero (ignaro) imprenditore torinese.

Dai primi accertamenti effettuati è emerso che L.G., queste le iniziali del truffatore, non è nuovo nella tipologia di reato commesso, già messo in atto, con metodologia analoga, in altre occasioni in altre città del nord-Italia. Ora i Carabinieri devono effettuare altre indagini a verificare quali e quante ulteriori truffe il soggetto abbia messo a segno. Intanto, vista la pericolosità del soggetto, lo stesso è stato portato in cella al carcere di Marassi, come disposto dall’autorità giudiziaria.

Più informazioni