Borzoli

Calci, pugni e la minaccia del coltello: incubo finito per una 18enne

ieri notte, l’ennesima aggressione scatenata da futili motivi di gelosia

Genova. Un’altra storia di violenza all’interno delle mura domestiche. Protagonista, una giovane donna di 18 anni, minacciata (con un coltello) e picchiata da mesi dal suo compagno.

L’incubo è finito ieri notte, dopo l’ennesima aggressione scatenata da futili motivi di gelosia. In preda all’ira l’uomo, un cittadino ecuadoriano di 23 anni già noto alle forze dell’ordine, ha preso a calci e pugni la propria convivente, una 18enne sua connazionale, con ferite giudicate guaribili in 20 giorni, dai sanitari dell’ospedale di San Martino.

I carabinieri del Nucleo Radiomobile, hanno ricostruito altri episodi di violenza avvenuti in passato e mai denunciati dalla vittima. Il 23enne è stato quindi arrestato per “maltrattamenti in famiglia e lesioni” e portato in carcere a Marassi. I militari hanno inoltre trovato e sequestrato un coltello multiuso, con il quale la compagna veniva minacciata. La 18enne è stata informata sulla possibilità di rivolgersi ad un centro anti violenza cittadino.