Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Battistini, ex M5S, commenta il voto: “Il Movimento non è amato dalla gente”

Il consigliere regionale aveva lasciato i pentastellati in polemica con lo staff chiede le dimissioni di Alice Salvatore

Genova. “Alice Salvatore, Beppe Grillo, il fantomatico staff e alcuni parlamentari hanno distrutto il il sogno del cambiamento. Il M5S è diventato un partito periferico e perdente”. Lo afferma Francesco Battistini, ex M5S in Consiglio Regionale che ha lasciato i pentastellati nel febbraio scorso, formando un gruppo – Liberamente – insieme all’ex Rete a Sinistra Gianni Pastorino.

Questa nuova linea del M5s, secondo Battistini, “non piace alla gente”. “A Genova è scivolato al 18%, staccato di quasi 15 punti dalla quota ballottaggio; alla Spezia è crollato a meno del 9% riducendo drasticamente i voti presi 5 anni fa; per non parlare di Chiavari, dove i cittadini stanno ancora aspettando la motivazione della mancata certificazione di una lista”, afferma Battistini.

“Salvatore e i vertici del Movimento hanno distorto ogni regola, allo scopo di agevolare i prescelti per soddisfare i capricci del despota. Tutto ciò in dispregio a ogni principio fondativo del Movimento che, una volta, si batteva perché i cittadini potessero scegliersi direttamente i propri rappresentanti”.

Questa mattina il candidato del MoVimento 5 Stelle Luca Pirondini aveva criticato, durante la conferenza stampa dopo il voto, chi uscendo dal M5S stesso ha mantenuto le proprie poltrone “per altro guadagnano il doppio – aveva sottolineato – perché non si ha più l’obbligo di restituzione”.